Home Cronaca Obbligo microchip anche per i gatti di casa: arrivano sanzioni pesanti

Obbligo microchip anche per i gatti di casa: arrivano sanzioni pesanti

CONDIVIDI
microchip gatti
Gatti randagi

Friuli Venezia Giulia scatta l’obbligo registrazione gatti all’anagrafe

Non solo cani, ma anche i gatti di casa dovranno essere muniti di microchip e registrati all’anagrafe feline.

E’ quanto ha stabilito la Regione Friuli Venezia Giulia che ha introdotto l’obbligo registrazione dei gatti. Fino ad oggi, la norma, da un punto di vista nazionale, prevede l’obbligo microchio e registrazione anagrafe unicamente per i cani.

Il Friuli va oltre e nella regione impone che siano registrati anche i gatti di casa che dovranno essere registrati in un’apposita banca dati.

L’applicazione del microhip ai gatti diviene obbligatoria per i cittadini del Friuli Venezia Giulia e deve essere fatta dal veterinario. Il costo varia dai 20 ai 30 euro. In caso di violazione, la Regione anche introdotto multe e sanzioni salate che spaziano dai 100 ai 600 euro.

Secondo quanto trapela e viene riportato dai media locali, il microchip al gatto dovrà essere applicato entro i primi due mesi di vita o entro 10 giorni dall’acquisto dell’animale o dalla sua adozione.

Una norma che vuole servire sicuramente come disicentivo agli abbandoni e all’incuria non solo nei riguardi dei cani ma anche dei felini domestici. Tanto che, nel 2015, lo stesso Comune di Trieste aveva introdotto una carta d’identità per i randagi, mirata appunto a tutelare questi animali vaganti.

C.D.