Home Cronaca Casa distrutta, ma lui pensa alla sua gatta ed alla fine…

Casa distrutta, ma lui pensa alla sua gatta ed alla fine…

CONDIVIDI
FOTO: Twitter

La sua Octavia era sparita in seguito al crollo della casa in cui vivevano, e per Fabrizio era stato l’inizio di un incubo. Eppure il pensiero di questo ragazzo di 19 anni era stato proprio il sapere come stesse la sua gatta, nonostante i Vigili del Fuoco lo avessero appena estratto dalle macerie. Il fatto è accaduto ad inizio mese a Milano, col giovane che aveva raccontato di trovarsi nella sua stanza con la micia, prima che il palazzo accanto crollasse finendo con lo schiacciare il tetto della sua casa.

La speranza di Fabrizio era che Octavia fosse riuscita a scappare in tempo ed a trovare un riparo. Ed alla fine così è stato: i volontari dell’Ente Nazionale Protezione Animali alla fine hanno trovato Octavia e l’hanno riconsegnata al ragazzo, che per questi dieci giorni ha vissuto in preda all’apprensione. L’incidente era stato causato dal crollo della facciata laterale di uno stabile attiguo, causato con tutta probabilità da lavori di ristrutturazione che hanno però finito con il lesionare l’edificio.

Lo stesso Fabrizio si è salvato per miracolo, mentre il resto della sua camera da letto ha fatto un volo di 15 metri. Ed Octavia era sparita. Fabrizio non ha potuto cercarla subito perché l’accesso al luogo dell’incidente era stato interdetto: per questo motivo aveva quindi deciso di rivolgersi all’ENPA.

La gatta è stata individuata nella giornata di giovedì scorso, con la sua presenza segnalata da alcuni residenti, ed a distanza di qualche giorno è stato possibile “acciuffarla” tramite l’ausilio di una gabbia-trappola sistemata sulle rovine dell’abitazione venuta giù.

E’ stato così prenderla subito ed in maniera del tutto indolore, per poterla così riconsegnare a Fabrizio. Del resto l’amore per gli animali ci spinge spesso a fare di tutto, anche a superare le difficoltà di tutti i tipi, piccole o grandi che siano: eccone un bellissimo esempio.