Home Cronaca Traffico illegale di cuccioli: trovati nel retro di un furgone, sporchi di...

Traffico illegale di cuccioli: trovati nel retro di un furgone, sporchi di olio motore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:52
CONDIVIDI

Traffico illegale di cani nel Regno Unito: sei cuccioli sono stati trovati nel retro di un furgone, sporchi di olio motore

cuccioli sporchi olio
Cucciolo (Foto Twitter)

Anche nel Regno Unito il lockdown ha dato il via ad un aumento di richieste di adozioni. Nonostante molti adorabili quattro zampe stiano da tempo in rifugi, in attesa di una nuova casa e di una famiglia a cui donare il loro amore, molti potenziali padroni di cuccioli continuano a rivolgersi a siti internet per comprare i loro futuri animali domestici.

Ma acquistare cuccioli online purtroppo favorisce anche il loro traffico illecito.
L’avvertimento arriva anche dalla Dogs Trust, un’organizzazione che ha salvato molti cuccioli dal loro commercio illegale.

Potrebbe interessarti anche: Cuccioli malati, venduti ad una stazione di servizio dell’autostrada

Nascosti nel retro di un furgone, sporchi di olio, salvati sei cuccioli

cucciolo
Cucciolo (Foto Pixabay)

La Dogs Trust ha recentemente salvato sei cuccioli impauriti, sporchi di olio motore. I piccoli sono stati trovati nel porto di Dover ed erano nascosti nel retro di un furgone.

Tra i cagnolini recuperati vi sono tre cuccioli di maltese, due di havanese e un bichon frisé, si ipotizza che abbiano circa 11 settimane. I cani sono stati importati illegalmente dalla Romania e sottoposti ad un viaggio durato più di 24 ore.

Tutti i cuccioli erano in gravi condizioni e soffrivano di diarrea. I piccoli sono stati rasati per eliminare qualsiasi traccia di olio motore. Non appena ristabiliti, si cercherà ad ognuno una sistemazione.

L’ente benefico ha salvato anche dodici cagne gravide, che hanno dato alla luce 53 cuccioli. I neonati avrebbero a loro volta alimentato e fatto salire vertiginosamente il valore del traffico di questi animali.

Potrebbe interessarti anche: Riccione: carabinieri scoprono dodici cuccioli nascosti in un carro attrezzi

Paula Boyden, direttrice della Dogs Trust, ha dichiarato: “È straziante continuare a vedere cani importati illegalmente nel paese, spesso in condizioni terribili solo per realizzare enormi profitti. Nonostante la pandemia, questi subdoli venditori inventano qualsiasi escamotage pur di truffare ignari amanti dei cani.”

La direttrice chiarisce inoltre che risulta semplice essere truffati quando si compra online. Scoprire se il cucciolo che si sta acquistando sia stato importato illegalmente diventa complicato e per questo invita alla massima attenzione quando si esegue tale delicata operazione.

M. L.