Home Curiosita Cane di Mario Draghi: nome, razza, storia e curiosità

Cane di Mario Draghi: nome, razza, storia e curiosità

Come si chiama il cane di Mario Draghi? Quando è stato adottato? Quanti anni ha? Di che colore è? Tutto quello che sappiamo sul Fido dell’ex Presidente della Bce e di sua moglie Maria Serenella Cappello.

cane mario draghi
(Foto Fb e Flickr)

Mario Draghi è il nome che in questi giorni si sente più spesso in televisione o nelle discussioni tra parenti e amici e si legge sui giornali, sul web e sui social. Chiamato da Mattarella a salvare le sorti dell’Italia dopo le dimissioni di Giuseppe Conte, l’ex Presidente della Bce è al centro dei riflettori italiani, europei e mondiali. Non vogliamo entrare nel merito della sua preparazione, delle sue cariche passate e nemmeno delle strategie politiche future, in questo articolo parliamo invece del suo… cane.

Il cane di Mario Draghi è “aperto al mondo”

Sì perché Mario Draghi e sua moglie Maria Serenella Cappello sono amanti degli animali e, da tempo, hanno adottato un Fido.

Bracco Ungherese
Bracco Ungherese (Foto Flickr)

Si tratta di un cane di razza bracco ungherese che nasce come cane da caccia: un bellissimo ed elegante maschio dal color cammello dal quale Draghi non si separa mai. Persone molto vicine all’ex Presidente della BCE riferiscono che lui e sua moglie scelgono, per il bracco, solo crocchette di alta qualità e che le acquistano a Roma da un negozio specializzato. Spesso Draghi è stato visto fare attività fisica e correre al parco con il suo amato amico a quattro zampe; insieme percorrono diversi chilometri.

Non conosciamo il nome dell’amico peloso, ma qualche altra curiosità sì. Ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, il dottor Stefano Gallinella, veterinario del centro di Sant’Anna di Chiusi, ha raccontato di avere tra i suoi pazienti anche il bracco di Mario e Maria Serenella.

Non ricordo il nome onestamente – ha detto – ma l’ultima volta che l’ho visto era in ottima forma. Ha cinque anni e ha un rapporto molto bello col suo padrone. Ogni volta che viene da me Draghi fa da autista al suo cane: lui guida e il cane sta dietro“.

Potrebbe interessarti anche: Da Bo a Socks fino a Champ: tutti i pets dei Presidenti USA – FOTO

Alla domanda se il bracco ungherese potrebbe soffrire nel caso in cui il padrone diventasse premier e dunque avesse meno tempo da dedicargli, il veterinario ha risposto: “Assolutamente no, anzi credo sarebbe entusiasta“. Nel finale, scherzando, i conduttori radiofonici hanno chiesto: “Ci dica la verità; è più un cane europeista o sovranista?” Gallinella ha risposto: “Sicuramente è un cane aperto al mondo: viene dall’Ungheria, è stato a Bruxelles e vive in Umbria“.

S.C.