Home Cani Come addestrare il cane indisciplinato: cosa è importante sapere

Come addestrare il cane indisciplinato: cosa è importante sapere

Come addestrare il cane indisciplinato e riuscire a farsi ascoltare? Esistono dei metodi base essenziali per la buona convivenza. Leggiamo, insieme, di cosa si tratta.

Come addestrare il cane indisciplinato
(Foto Unsplash)

Per instaurare un’amicizia profonda e duratura con il proprio amico a quattro zampe è fondamentale imparare a dialogare con lui e farsi rispettare in quanto figura di riferimento nella casa. Non sempre fido ha il controllo e possono verificarsi episodi spiacevoli. Vediamo, allora, come addestrare il cane indisciplinato.

Come addestrare il cane indisciplinato

Se il nostro cane energico e indisciplinato crea confusione e problemi in casa, ogni volta che può, la serenità può essere compromessa. Leggiamo come fare per correggere il suo comportamento e cambiare questa routine, con dei metodi semplici ed efficaci.

Addestrare il cane indisciplinato
(Foto Pexels)

Fido può essere un vero uragano in casa, con la sua energia incontrollabile e la sua voglia di giocare e intrattenere chiunque arrivi nel suo territorio.

La compagnia dell’amico peloso all’interno della famiglia non si limita soltanto alle coccole e ai giochi insieme, ma si devono capire anche le sue azioni con gli altri e quando resta solo in casa.

Se il caro fido impazzisce all’improvviso scaraventandosi contro i mobili o saltando sul divano tutto il giorno, mordicchiando scarpe e vestiti, o se il cane scava le buche in giardino ad ogni occasione, è giusto correggere questo atteggiamento e tranquillizzarlo.

Per addestrare il cane indisciplinato occorre capire, prima di tutto, che l’animale non comprende come noi umani. Perciò, è importante utilizzare una comunicazione adeguata a lui, fatta non soltanto di voce e comandi. Vediamo meglio qui.

Non si può essere sempre convinti che fido capisca quello che diciamo quando gli ordiniamo qualcosa. I nostri gesti, invece, sono molto più validi per il peloso domestico. I movimenti del padrone devono attirare la sua attenzione.

Se si vuole insegnare al cane a non correre in casa o a non tirare il guinzaglio durante la passeggiata, occorre muoversi in modo lento e circolare, avvicinandosi a lui di fianco, per dimostrare una buona intenzione.

Usare il volto e la voce

Può sembrare strano, ma le espressioni facciali sono uno strumento più efficace per far capire al cane le proprie intenzioni.

Ad esempio, se non ci piace l’azione di fido in un determinato momento, è bene non sorridere altrimenti il peloso penserà che si approva il suo comportamento e continuerà a farlo.

Per esprimere la nostra volontà e i nostri stati emotivi, la voce ha un ruolo essenziale nel dialogo con l’animale. Quando si è dispiaciuti e contrari ad un suo gesto, usare un tono triste e basso è il modo migliore per farsi intendere.

Potrebbe interessarti anche: Come addestrare un cane anziano: non è mai troppo tardi per imparare

Fido e le regole della convivenza: consigli utili

Per sapere come addestrare il cane indisciplinato, la reazione e il comportamento corretto del padrone sono indispensabili in un buon dialogo con lui. Continuiamo a leggere altri consigli pratici da memorizzare per ogni situazione.

L'addestramento di bau indisciplinato
(Foto Pixabay)

Intendersi bene con il proprio amico peloso ci permette di conoscere a fondo il suo carattere e di avere un rapporto di qualità e complicità tra entrambi.

Oltre al nostro comportamento, è importante osservare anche le sue reazioni non verbali ai nostri comandi. Fido invia dei segnali di calma che occorre saper riconoscere nella comunicazione. Ecco di quali si tratta:

  • Girare la testa;
  • Sbadigliare;
  • Guardare altrove;
  • Girarsi di schiena;
  • Abbassare la testa;
  • Sollevare la zampa;
  • Annusare per terra;
  • Mostrare il fianco;
  • Leccarsi il naso.

Quando il cane è iperattivo o agitato per qualcosa e, quindi, dà inizio ad una serie di azioni provocatorie, come spintoni e corse in giro per la casa, è importante infondere calma e tranquillità.

É possibile fare ciò attraverso il giusto contatto fisico, come poggiando la mano sul fianco dell’animale e facendola scendere lentamente lungo il pelo.

Durante determinati eventi che fanno parte della vita del cane, utilizzare i comandi classici quali “seduto” o “dov’è il guinzaglio” è giusto perché aiutano fido a focalizzare il significato dei gesti.

Oltre alla propria determinazione e comunicazione con bau, si consiglia comunque di rivolgersi all’esperto del comportamento canino, il quale potrà integrare la pet therapy, per il cane indisciplinato o problematico e rendere più facile la vita quotidiana del padrone con il suo peloso.