Home Curiosita Come vedono i gatti: cosa è importante sapere sui felini

Come vedono i gatti: cosa è importante sapere sui felini

Come vedono i gatti il loro padrone? E come funziona la vista notturna? Queste e tante altre curiosità sugli occhi dei felini, tutte da scoprire in questo articolo.

Come vedono i gatti
(Foto Unsplash)

É appurato che molto del fascino felino si trova negli occhi. É proprio con gli occhi che gli amici gatti comunicano con noi ed esplorano il mondo, esprimono la loro curiosità e voglia di conoscere tutto. Ma molti padroncini si domandano: come vedono i gatti? Riconoscono il volto delle persone? E la loro vista notturna? Vediamo di rispondere a tutti questi quesiti.

Come vedono i gatti: colori e sensibilità

Si è portati a pensare che i mici abbiano una vista incredibile e, in effetti, è proprio così. Leggiamo, nello specifico, le caratteristiche oculari, lo spettro dei colori e come funziona la vista notturna.

Gli occhi dei pelosi
(Foto Pexels)

Forse la caratteristica più importante per la sua stessa sopravvivenza, la vista dei gatti è strutturata in modo differente da quella umana e anche da quella canina.

I felini sono dotati di occhi particolarmente sensibili, più di quelli umani, che sono soggetti spesso ad arrossamenti e a lacrimazione, nonché a comuni problemi oculari.

Non tutti sanno che il campo visivo dei gatti è molto ampio, di 200 gradi. Mentre alla lue del sole, gli occhi del peloso possono perdere di potenza, nella notte vedono molto bene.

I mici, infatti, possono modulare la luce, percependone anche piccole quantità, e identificare i colori. La loro capacità visiva notturna è molto più sviluppata di quella diurna, con l’iride che si dilata permettendo l’ottima visuale.

Non possedendo una parte della retina (fovea), i felini captano benissimo i colori attraverso i fotorecettori e tantissimi bastoncelli, i quali gli consentono di accorgersi dei movimenti più veloci intorno a loro.

I colori che i mici possono vedere sono il giallo, il verde, il blu e il viola (come il blu), percependo le sfumature cromatiche. Sapendo ciò, questi animali non sono daltonici come si è sempre creduto. Non possono, però, vedere il marrone, l’arancione e il rosso.

Differenze visive con il cane e l’uomo

L’essere umano, a differenza del gatto, ha una risoluzione dettagliata dell’universo visivo intorno a sé, possedendo molti coni della fovea.

I mici, però, hanno una vista piuttosto simile a quella dei cani. Anche se il campo visivo è più ampio del loro, anche i pelosi possiedono capacità predatorie notturne, ma possono anche mettere a fuoco gli oggetti lontani, per i mici questo purtroppo è impossibile.

Contrariamente agli amici cani, i gatti vedono molto bene da vicino, fino a 6 metri di distanza. In ogni caso, i mici possono individuare subito una preda e in questo sono imbattibili.

Potrebbe interessarti anche: Cosa dicono gli occhi del gatto? Tutto ciò che vuole comunicare il Micio

I felini e i loro occhi: come curarli

Con una vista potente ma delicata al tempo stesso, i mici hanno bisogno di cure anche per i loro occhi, essendo uno strumento fondamentale per il loro benessere. Leggiamo meglio più avanti.

Come funziona la vista dei mici
(Foto Pixabay)

Come abbiamo accennato, gli occhi dei felini sono molto delicati e a rischio irritazioni e secrezioni, se non problemi più gravi.

La vista è un senso fondamentale per i gatti e sta anche al suo padrone prendersene cura sempre e nel modo corretto.

Se si notano problemi o irritazioni frequenti nel proprio micio, è bene portarlo subito dal veterinario di fiducia, in quanto questi sintomi potrebbero indicare la presenza di un disturbo serio.

Come vedono i gatti: la pulizia degli occhi

Non sono in molti a sapere che gli occhi del felino non vanno puliti ogni giorno ma soltanto quando sono sporchi.

Con una garzai imbevuta di acqua borica, la si passa dal bulbo al naso, senza mai strofinare. Attenzione, perché bisogna usare una garza diversa per ogni occhio.

Se non si possiede l’acqua borica per il tessuto, si possono utilizzare ovviamente acqua tiepida, la camomilla o la malva fredda. Facciamo in modo che la pulizia degli occhi sia piacevole.

Nel caso dovessero presentarsi problemi come lacrimosi o congiuntivite nel gatto si dovrà fare uso del collirio, sempre sotto prescrizione del proprio veterinario.

Se il micio soffre di una forte lacrimazione (con pus) o di altri problemi agli occhi, visibili anche a noi, bisognerà recarsi immediatamente dal veterinario, per analizzare la sua condizione delicata.

Per il peloso non è mai bello recarsi dal medico e farà un po’ di storie, ma la cura è necessaria per la sua vista e per farlo stare sempre in salute.