Home Curiosita Commissione per i diritti degli animali d’affezione in Campania: che cos’è e...

Commissione per i diritti degli animali d’affezione in Campania: che cos’è e quali sono le sue funzioni

Con la L. R. n. 3 del 2019 la Campania ha istituito la Commissione per i diritti degli animali d’affezione. Che cos’è? Quali sono i suoi compiti?

Commissione per i diritti degli animali d’affezione in Campania
(Foto Adobe Stock)

Le Regioni, ricorrendo alla propria potestà legislativa, regolano con legge la disciplina degli animali da compagnia. Anche la Campania, tra le altre, si è dotata di una Commissione per i diritti degli animali d’affezione. Ma quali sono le funzioni svolte da tale organo? E da chi è formato? Scopriamolo insieme.

Commissione per i diritti degli animali d’affezione: da chi è formata

Sono diverse le Regioni ad essersi dotate di un’apposita Commissione per i diritti degli animali, e tra esse si annovera anche la Campania.

gatto e cane bacio
(Foto Adobe Stock)

L’organo in realtà è ancora poco conosciuto, ed anche chi ne ha sentito parlare non ha ben chiaro quali sono le funzioni che svolge. Ed è per questo che va analizzata la normativa con la quale la Commissione è stata istituita.

La Campania ha ottemperato con la L. R. n. 3 del 2019 (“Disposizioni volte a promuovere e a tutelare il rispetto ed il benessere degli animali d’affezione e a prevenire il randagismo).

I componenti della Commissione sono nominati dal Presidente della Giunta regionale con decreto e restano in carica quattro anni. L’organo è composto:
a) dall’Assessore competente in materia;
b) da un funzionario della struttura amministrativa competente in materia di tutela della salute, con
funzioni di segretario;
c) da un veterinario dell’unità operativa dirigenziale prevenzione e sanità pubblica veterinaria;
d) da un dirigente veterinario del CRIUV (Centro di Riferimento Regionale per l’Igiene Urbana Veterinaria);
e) da due veterinari appartenenti all’ASL della Regione Campania;
f) da tre veterinari liberi professionisti, tra i quali vi deve essere un etologo;
g) da cinque rappresentanti delle associazioni protezioniste o animaliste iscritte all’apposito Albo regionale;
h) da un rappresentante dell’ANCI regionale (Associazione Nazionale Comuni Italiani);                                                       i) da un rappresentante dell’IZS (Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Campania);                                                  l) dal Garante regionale per i diritti degli animali;                      m) da un rappresentante di associazioni di settore.

L’organo si riunisce di diritto una volta ogni 3 mesi, salvo la richiesta di udienza da parte di almeno 3 componenti; in tal caso la riunione è straordinaria. Le funzioni sono svolte a titolo gratuito. La Commissione per i diritti degli animali d’affezione dura in carica 4 anni.

Potrebbe interessarti anche: Anagrafe canina Campania: la disciplina regionale in materia di animali d’affezione

Le funzioni

Fra i compiti principali della Commissione c’è quello di fornire pareri (non vincolanti) sull’applicazione della normativa vigente, su richiesta degli organi regionali; inoltre propone piani, programmi ed azioni attuative delle tematiche disciplinate dalla L. R. n. 3 del 2019.

gatto struscia contro cane
(Foto Adobe Stock)

La Commissione inoltre svolge attività di promozione per la piena realizzazione dei diritti degli animali d’affezione, in conformità a quanto previsto dalla Dichiarazione universale dei diritti degli animali e dalla disciplina della Regione Campania sull’argomento.

Potrebbe interessarti anche: Esiste l’Anagrafe felina in Campania? Quali sono gli obblighi per i proprietari dei gatti

Cura altresì la divulgazione delle informazioni concernenti la materia, al fine di favorire la conoscenza delle norme di legge e la sensibilizzazione delle persone sull’argomento.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Antonio Scaramozza