Home Curiosita Un uccello si lascia aiutare da alcuni passanti per costruire il suo...

Un uccello si lascia aiutare da alcuni passanti per costruire il suo nido

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:21
CONDIVIDI

Un uccello si lascia aiutare da dei passanti per costruire il suo nido

uccello aiutare costruire nido
Coppia di uccelli intenta a costruire il suo nido (Screenshot Video)

Erano i primi di maggio quando Ian Bailey e sua moglie Jan, intenti a fare una passeggiata in un parco nei pressi della loro casa in Inghilterra, hanno scorto una coppia di uccelli alquanto affaccendata.

I volatili erano due esemplari di folaga, tipici uccelli locali. Gli animaletti alati erano indaffarati in un piccolo progetto: realizzare un nido nello stagno del parco.

Mentre uno dei due era posizionato sul nido, l’altro vagava in cera di materiali utili per la loro costruzione. Ma tale compito non era esattamente semplice. Ian ha spiegato che le sponde erano piuttosto ripide, per cui la folaga era costretta a nuotare parecchio per recuperare i ramoscelli che le occorrevano.

Così i coniugi hanno pensato di prestare il loro aiuto alla coppia di uccelli. Hanno cominciato a raccogliere alcuni bastoncini e ramoscelli, e a posizionarli in acqua in prossimità del nido.

Come aiutare un uccello a costruire il suo nido

falaga
L’uccello si lascia aiutare a costruire il suo nido (Screenshot Video)

Il loro gesto non è passato inosservato agli occhi dell’uccello che immediatamente ha intuito le loro intenzioni.

Per rendere ancora più agevole la consegna dei ramoscelli, la folaga ha iniziato a nuotare verso la loro direzione dei Baileys, prendendo i bastoncini con il becco, dalle loro stesse mani.

“Li ha presi volentieri”- racconta Ian – “Siamo rimasti sorpresi ed elettrizzati. Sembravano capire cosa stavamo facendo.”

Il processo è andato avanti per un po’, ma grazie all’aiuto dei due coniugi, la coppia di uccelli è riuscita a completare il suo nido in tempi più brevi e con maggiore facilità.

Ma ovviamente, i due esemplari di folaga non sono gli unici a beneficiare del risultato di questa collaborazione. Infatti, poco tempo dopo, mentre passeggiavano di nuovo nel parco, Ian e Jan hanno notato che il nido, a cui avevano contribuito, ospitava dei piccoli nuovi occupanti.

Una nuova famiglia di folaghe era felice e al sicuro nel suo nuovo nido.
“Sono sicuro che ci sarebbe riusciti anche senza di noi, ma è stato molto bello poterli aiutare” – conclude Ian.

Potrebbe interessarti anche:

M. L.