Home Curiosita Gatto di Blue Exorcist (Ao no ekusoshisuto): nome, razza, storia e curiosità

Gatto di Blue Exorcist (Ao no ekusoshisuto): nome, razza, storia e curiosità

Come si chiama il gatto di Blue Exorcist? Il suo nome è Kuro (Blacky o Blackie in inglese) ed è il felino del protagonista Rin Okumura. Scopriamo qualcosa in più su questo personaggio felino del manga e della serie animata.

gatto di Blue Exorcist
(Foto Facebook)

Blue Exorcist (Ao no ekusoshisuto?) è un manga shōnen ideato e disegnato da Kazue Kato pubblicato in Giappone a partire dal 2009 da cui è tratta una serie animata omonima andata in onda in Giappone a partire da aprile 2011. Dopo la serie anime è stato prodotto un lungometraggio animato nel 2012, ma la serie e il film sono inediti in Europa. Shōnen sta a indicare che si tratta di un manga indirizzato principalmente a un pubblico maschile che va dall’età scolare fino alla maggiore età.
La storia è ispirata ad alcune fiabe dei Fratelli Grimm ma ci sono anche diversi riferimenti biblici in un mondo costituito da due dimensioni parallele, speculari ma separate e interconnesse (quella di Assiah, il mondo umano, e quella di Gehenna che à rifugio ai demoni guidati da Satana). Il protagonista, Rin Okumura un ragazzo 15enne, scopre che è figlio di Satana e che il fratello gemello Yukio è in grado di percepire la presenza dei demoni.

Cosa sappiamo di Kuro, il gatto di Blue Exorcist

Come anticipato il 15enne protagonista Rin Okumura porta sempre con sé il felino Kuro.

Cat Sith Blue Exorcist
(Foto Facebook)

Kuro è di “razzaCat Sith (Demoni che esistono in tutte le classi e appaiono in tutto il mondo) e prima di essere di Rin era il famiglio di Shiro Fujimoto fino alla sua morte per mano di Satana. Kuro significa “nero” motivo per cui in inglese viene chiamato “Blacky” o “Blackie“.

Kuro è un gatto nero con due code, la parte inferiore del suo viso è ricoperta da una pelliccia marrone, ha il petto e le zampe bianche, grandi occhi verdi e piccole corna sulla testa. anche una parte della zampa anteriore destra è bianca. Kuro può trasformarsi in qualsiasi momento da piccolo gatto in un nekomata, un gigantesco gatto Demone. In questa forma Kuro raggiunge dimensioni enormi e ha un ottimo udito e forza e potere immensi: può rovesciare facilmente bulldozer e altre macchine edili.

Potrebbe interessarti anche: Cani anime e manga giapponesi: nomi, storie e curiosità

Caratterialmente è giocoso ed energico, chiede a Rin di giocare con lui, di solito dorme sulla schiena del ragazzo e adora il vino di erba gatta di Shiro. Non gli piace stare solo e lo si vede piangere quando Shiro muore. Ha anche un lato feroce dimostrato, ad esempio, quando attacca gli umani che stavano demolendo il suo santuario.

Della sua vita precedente sappiamo che Kuro anticamente veniva considerato una divinità dagli umani poiché proteggeva i bachi da seta dai topi o da altre calamità. Per questo riceveva cibo e feste in suo onore. Quando la coltivazione dei bachi da seta divenne obsoleta gli allevatori e le loro famiglie smisero di considerare Kuro una divinità e demolirono il santuario prendendo il terreno sul quale prima sorgeva. Kuro, arrabbiato, attaccò gli umani che si rivolsero alla Tre Cross Academy. Quest’ultima inviò un gruppo di esorcisti guidati da Shiro Fujimoto con l’obiettivo di fermare il gatto. Shiro prima calmò Kuro parlando con lui poi condivise con lui del vino di erba gatta e poi gli chiese di diventare il suo famiglio.