Home Cani Quale cappotto scegliere per il cane anziano? Sue esigenze e consigli utili

Quale cappotto scegliere per il cane anziano? Sue esigenze e consigli utili

A volte fa davvero tanto freddo quando portiamo fuori il nostro Fido d’inverno. Quale cappotto scegliere per il cane anziano?

Quale cappotto scegliere per il cane anziano
(Foto da Pixabay)

Si può pensare che i cani che soffrono di più il freddo siano solo quelli di taglia piccola. In linea di massima è così, ma non vale per tutti i cani. Certo, se il nostro cane fosse un Husky siberiano potremmo star sicuri che amerebbe senza dubbio giocare sulla neve e non temerebbe il freddo. E se fosse un cane anziano varrebbe lo stesso discorso? Spesso è opportuno scegliere per lui un cappotto adatto, ma non tutti lo sono.

Come prendersi cura di un cane anziano

Sappiamo che il quando considerare un cane anziano dipende dalla sua taglia, dall’alimentazione seguita negli anni e dal suo benessere psicofisico.

cane anziano
(Foto da AdobeStock)

Un Maltese, il cui peso è di norma inferiore ai 10 kg, è ad esempio un cane con una grande aspettativa di vita: riesce a vivere con noi anche fino a circa 14 anni e potremmo considerarlo anziano quando ne avrà superato i 3/4.

Tuttavia un cane di taglia gigante come il San Bernardo, superando i 45 kg di peso, sarà già anziano quando il Maltese avrà vissuto solo metà dei suoi anni. L’età non è però l’unica discriminante perché ci si può sentire anziani anche da giovani, soprattutto se le condizioni di vita sono state difficili.

Un cane anziano ha delle esigenze molto differenti da quelle di un cucciolo o di un cane adulto. Non riesce più a fare ciò che faceva un tempo e, anche se la sua mente fosse ancora fresca, il suo corpo non risponde più agli stimoli come una volta.

Anche Argo di Ulisse era un ottimo cane da caccia ma, poi, l’incuria dell’uomo ed una vita di stenti lo avevano ridotto a pulci e zecche. Non possiamo pretendere che, appena ci vede rientrare in casa, subito ci salti addosso: non ha più tante forze e spesso soffre di problemi alle articolazioni che gli causano dolori  e fastidi.

È per questo che non sempre è contento di uscire di casa e non ama più correre e fare acrobazie come un tempo. Sembra che rifiuti anche il suo cibo preferito ma, in realtà, è perché il suo metabolismo è cambiato ed anche le sue papille perdono sensibilità.

Occorre un’alimentazione adeguata, che prediliga alimenti più digeribili ma proteici e con le fibre nonché l’integrazione di acidi grassi, vitamina C, vitamina D e vitamina E. È importante che chi abbia in casa un cane anziano si premuri di garantire le condizioni migliori per la sua salute.

Arriva sempre più a dipendere da noi, spesso è triste ed è tanto stanco a tal punto che può soffrire il freddo e non manifestarlo.

Potrebbe interessarti anche: A quale temperatura il cane sente freddo? Consigli e precauzioni

Perché coprirlo

In un cane anziano anche i meccanismi che si attivano per regolare la sua temperatura corporea sono rallentati.

cane coperta
(Foto da Pixabay)

Sono vari i motivi per cui può sentire maggiormente il freddo o rischiare addirittura l’ipotermia:

  • Il suo pelo si è modificato, non solo nel colore ma anche nella funzione e non riesce più ad essere uno ottimo scudo contro il freddo;
  • La pelle si assottiglia ed è ipersensibile;
  • La sua tiroide ha una funzionalità minore: gli ormoni tiroidei regolano la temperatura corporea e, quando fa freddo, cooperano con la noradrenalina ad attivare quei meccanismi da cui vengono bruciati grassi per produrre calore.
  • Il metabolismo si è rallentato e di conseguenza anche la termogenesi.

Quando Fido sente freddo si attiva la vasocostrizione dei vasi sanguigni periferici: il muscolo contraendosi effettua lavoro consumando energia, che viene trasformata in calore successivamente. Lo vediamo tremare letteralmente dal freddo.

Il nostro cane anziano percepisce il freddo maggiormente rispetto a qualche anno fa ed occorre coprirlo. Se è vero che in casa basta una cuccia ben calda con dentro la sua copertina, il problema si pone quando usciamo fuori a passeggio ed è bene optare per un cappottino.

Potrebbe interessarti anche: Proteggere il cane dal freddo: consigli utili

Quale cappotto scegliere per Fido anziano

Oggi in commercio c’è l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda capi di abbigliamento per i nostri amici animali.

Cane anziano con cappotto
(Foto da Pixabay)

Ve ne sono davvero per tutti i gusti e per tutte le tasche. Ma a noi preme solo che il nostro cane non senta freddo, soprattutto se al fatto che sia anziano si aggiunge di non avere il sottopelo o avere un pelo troppo corto.

La cosa fondamentale da tener presente è la funzionalità del cappotto. Non dobbiamo tanto restare colpiti dalla bellezza o dal marchio quanto dal se sia adatto alle esigenze del nostro cane.

Sappiamo bene che Fido ha una certa età e sappiamo che, da anziani, gli acciacchi aumentano: non si hanno più gli stessi riflessi e sono frequenti artrosi od osteoporosi. Proprio per questo motivo il cappottino deve essere pratico da mettere al cane.

Se, pur essendo tanto chic, quando cerchiamo di infilare la zampa del nostro cane nell’apposita apertura ogni volta sente dolore perché magari non riesce ad alzarla tanto è bene non comprarlo. In questo caso è meglio prediligere quei cappottini che si chiudono comodamente col velcro.

Allo stesso modo, il cane potrebbe avvertire fastidio se scegliessimo di mettergli una felpa stretta come cappotto: le sue articolazioni sono doloranti e fa fatica a fare movimenti particolari con la testa.

Bisogna fare attenzione anche al materiale di cui è fatto il cappotto per cani: la pelle di un cane anziano è molto sensibile perché è diventato tutto più delicato e può rischiare di avere una reazione allergica, localizzata sulla cute oppure generalizzata.

Se comprassimo un cappottino antipioggia sarebbe meglio perché eviteremmo che il cane si possa ammalare e che l’umidità danneggi ancor più le sue ossa malandate: ad una certa età le difese immunitarie si abbassano e basta poco perché il cane non stia bene.

Potrebbe interessarti anche: Le razze di cani che soffrono di più il freddo: elenco e come proteggerli 

Consigli utili

È opportuno tener presente che il cappotto per il cane va usato perché serve a proteggerlo, a prescindere da se sia anziano o no.

Cane al freddo
(Foto da Pixabay)

Scene in cui il cane viene vestito anche se c’è il sole sono solo un danno per Fido, sia alla sua salute perché trasuderebbe troppo sia alla sua dignità: deve essere una soluzione per un’esigenza del cane e non per soddisfare un vezzo del padrone.

Senza dubbio, oltre che ad impedire sbalzi di temperatura al nostro cane, il cappotto può aiutarci anche a ritrovarlo se dovesse passeggiare in luoghi bui: ci sono in commercio cappottini catarifrangenti utili soprattutto se il cane uscisse fuori dopo il tramonto.

Una volta scelta la taglia esatta, è importante che il cappotto sia di un modello comodo da far indossare a Fido e, soprattutto, dopo esser tornati a casa è importante toglierlo: lasciargli il cappotto troppo addosso provocherebbe surriscaldamento e disidratazione al cane e potrebbe causare dermatiti.

Non bisogna, perciò, mai lasciare che il nostro cane anziano dorma col cappotto o sia troppo coperto in casa: è molto utile un abbigliamento per il cane in inverno, soprattutto se anziano, ma nelle nostre case nella stagione fredda le temperature sono già alte e rischieremmo di provocare un danno a Fido.

Un cane anziano in casa, però, non è un cane malato. Ha soltanto bisogno delle stesse attenzioni che vorremmo avere noi ad una certa età, in modo da garantirgli il massimo del benessere per più tempo possibile.

Michela