Home Curiosita Le specie protette in Italia: quali sono e quali norme nazionali ed...

Le specie protette in Italia: quali sono e quali norme nazionali ed internazionali disciplinano la materia

Le specie animali protette in Italia sono molto numerose: scopriamo quali sono le norme, nazionali ed internazionali, che le tutelano.

Le specie protette in Italia
(Foto Adobe Stock)

La tutela dell’ambiente è un tema sempre più caldo. Ancora oggi sono molte le specie a rischio estinzione. Nel nostro ordinamento giuridico la normativa di riferimento è la Legge n. 157/92, che va coadiuvata con le norme internazionali che regolano la materia: dalla disciplina congiunta di tali atti è possibile verificare quali sono le specie protette in Italia.

La disciplina giuridica

Trovare un punto di equilibrio tra la tutela dell’ecosistema e l’innovazione ed il progresso tecnologico sarà la vera sfida che l’essere umano dovrà sostenere nel corso del terzo millennio.

Legge anti-lupo della Valle d'Aosta
(Foto Adobe Stock)

É una questione di vera e propria sopravvivenza. I cambiamenti climatici sono già in atto, e lo stesso essere umano potrebbe cadere sotto i colpi delle sue azioni.

Per ora, tra le prime vittime, come sempre, si annoverano gli animali. Sono molte le specie estinte, e tante ancora quelle a rischio di estinzione. La sempre più crescente sensibilità verso la sorte degli animali, unita al tema caldo della tutela dell’ambiente, è stata recepita anche a livello legislativo.

In Italia la disciplina di riferimento, in materie di specie protette, è la Legge n. 157/92 (Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio) la quale va coordinata con le numerose disposizioni internazionali che disciplinano la materia:

  • Convenzione di BernaConvenzione relativa alla conservazione della vita selvatica e dell’ambiente naturale in Europa, adottata nel 1979 ed entrata in vigore nel 1982;
  • Convenzione di BonnConvenzione sulla conservazione delle specie migratrici della fauna selvatica, che è stata firmata nel 1979 nell’omonima città ed è entrata in vigore il 1 novembre 1983;
  • Convenzione di BarcellonaConvenzione per la protezione del Mare Mediterraneo dall’inquinamento.

Potrebbe interessarti anche: Quanti animali si possono tenere in casa? Cosa dice la legge

Specie protette in Italia: quali e quante sono

Il numero delle specie protette in Italia è molto numero numeroso; anche se la protezione si limita, per lo più, alle specie vertebrate.

Nibbio
(Foto Pixabay)

Ebbene, come è possibile leggere sul sito web del Ministero della Transizione Ecologica (ex Ministero dell’ambiente), la fauna italiana è composta da circa 57.422 specie. Di esse, solo 1254 sono vertebrati; il resto, ovvero la maggior parte, sono invertebrati.

Potrebbe interessarti anche: Lupo specie protetta: quali sono le norme dell’ordinamento giuridico che tutelano l’animale

Sempre dalle pagine del Ministero possiamo leggere che sono tutelati ben 93 mammiferi su 118, 467 uccelli su 473, 4 agnati su 5. Inoltre tutti i rettili (59) e tutti gli anfibi (38) sono protetti. I numeri per gli invertebrati sono decisamente diversi: a titolo esemplificativo, basti pensare che su 2139 specie di molluschi ne sono tutelate soltanto 20.

Sulla pagina del sito del Ministero dedicata all’argomento, è possibile rinvenire anche l’elenco delle specie protette in Italia, inserito in un documento excel; basta scorrere l’elenco verso il basso e verificare quali sono gli animali tutelati dalla legge.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

A. S.