Home Curiosita Tartarughe e pesci rossi in casa: cosa sapere su questa convivenza e...

Tartarughe e pesci rossi in casa: cosa sapere su questa convivenza e cosa evitare

Che succede se facciamo convivere delle tartarughe e dei pesci rossi nella stessa casa? Tutto quello che c’è da sapere dietro questa ‘pericolosa’ convivenza.

Tartarughe e pesci rossi in casa
(Foto Pixabay)

Non tutti gli animali vanno d’accordo coi propri simili: questa pare essere una verità accertata. Ma perché anche esseri viventi così diversi non devono convivere nella stessa casa? E’ questo il caso delle tartarughe e dei pesci rossi: perché non dovrebbero stare insieme e cosa succede se li facciamo stare vicini? Tutto quello che c’è da sapere prima di ‘sperimentare’ questa convivenza.

Tartarughe e pesci rossi: un ambiente naturale ma…

Spesso a spingere gli appassionati di entrambi gli animali a far convivere le due specie di animali è quella di ricreare un ambiente quanto più possibile naturale e realistico.

Le piante adatte ai pesci rossi
(Foto Adobe Stock)

Infatti sia che si tratti di un acquario, dove inserire appunto i pesci rossi e le tartarughine d’acqua sia che si tratti di acquaterrario, spesso i pesciolini si trovano a stretto contatto con le testuggini.

E’ sicuramente una bella idea per arricchire i due ambienti, ma allo stesso tempo i venditori lo sconsigliano per le cause che vedremo a breve.

Tartarughe e pesci rossi insieme: perché non dovremmo farlo

In effetti è bene specificare che in una convivenza di questo genere è fondamentale che ogni specie abbia i propri spazi, ben divisi gli uni dagli altri e senza rischio di ‘interferenze’. Ma perché si dovrebbe proprio evitare di mettere pesci e tartarughe nello stesso ambiente?

tartaruga di acqua
(Foto Pixabay)

E’ tutta questione di dimensioni: le testuggini infatti crescono sicuramente molto più rispetto ai pesci rossi e hanno sicuramente bisogno di cibo per soddisfare le loro esigenze alimentari. E quando queste ultime non sono soddisfatte, potrebbero cercare di mangiare qualsiasi cosa capiti loro davanti al muso (pesci compresi).

Non sono rare le testimonianze di chi ha sperimentato questa convivenza e alla fine si è ritrovato solo delle tartarughe più ‘sazie’: purtroppo avevano scambiato i pesciolini per bocconi da ingoiare.

Potrebbe interessarti anche: Le tartarughe possono convivere coi bambini? Tutti i rischi che devi assolutamente conoscere

Qualche consiglio per una convivenza senza rischi

Vogliamo a tutti i costi che questi due animali vivano insieme? Allora l’ambiente dovrà essere impeccabile e seguire alcune regole: ad esempio le dimensioni. Gli spazi devono essere non solo abbastanza grandi per fare in modo che l’uno non ‘soffra’ la convivenza con l’altro, ma che siano anche ben ‘arredati’.

Come salvare il pesce rosso morente
(Foto Pixabay)

Ad esempio mettere delle piante sarà fondamentale per garantire ai pesci un posto dove nascondersi. E’ bene che i filtri dell’acqua siano sempre ben funzionanti, per evitare che scarti e bisogni possano restare in acqua e sporcarla (con il concreto rischio di infezioni per entrambi).

La temperatura dell’acqua deve essere assolutamente favorevole per entrambe le specie e non ‘pensata’ solo per una di esse; infine ricordiamoci di fornire sempre tutto il cibo di cui hanno bisogno. In particolare le tartarughe naturalmente, se sazie, non avranno motivo di mangiare i pesci.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Antonio D’Agostino