Home Foto Il cucciolo salvato dal macello in Sud Corea: la fotografia che commuove...

Il cucciolo salvato dal macello in Sud Corea: la fotografia che commuove la rete

CONDIVIDI

amore

Ogni anno vengono uccisi circa 10 milioni di cani destinati al mercato alimentare in Cina. Ma questo fenomeno, venuto alla ribalta dei media, grazie all’attività di associazioni animaliste che operano sul posto (clicca qui), riguarda anche altri paesi asiatici come il Vietnam e la Corea del Sud. Un settore che lascia ampio spazio alla crudeltà fin dall’allevamento o la cattura di cani randagi,  poi stipati in gabbie strettissime e trasportati in condizioni disumane, senza nessun rispetto del benessere animale.

Uno scandalo denunciato più volte al quale le associazioni come Soi Dog Foundation, Asia Canine Protection Alliance Animals Asia cercano di trovare una soluzione con le autorità centrali, ottenendo in alcuni casi straordinari risultati. Ad esempio, grazie all’attività di queste associazioni, nei paesi Taiwan, Hong Kong, Singapore, Filippine e Thailandia è stata introdotta una legge che vieta la pratica della macellazione della carne di cane.

Dagli interventi operati dalle associazioni giungono spesso delle storie commoventi. E così, sui social, sta riscuotendo un notevole successo una fotografia condivisa dalla Humane Society International (HSI) sul suo profilo Twitter, che ritrae il dolcissimo sguardo di un cucciolo salvato da un mercato della Sud Corea che guarda con amore e immediata devozione, l’uomo che lo ha prelevato da una gabbia.

Una fotografia tenerissima di questo cucciolo chiamato Ruby tra le braccia di un volontario dell’Hsi, Adam Parascandola che mostra il sentimento immediato che scaturisce nell’interazione tra uomo e cane e la riconoscenza di questo cucciolo che nonostante fino a quel momento avesse ricevuto solo cattiveria e crudeltà da parte dell’uomo, si è abbandonato al volontario, esprimendoli il suo amore.

“Quando è stata salvata, Ruby pesava solo due chili e aveva difficoltà a camminare. Il cucciolo portato a casa sembrava ancora sconvolto ma dopo un po’ di tempo e un po’ d’amore,  Ruby è riuscito a superare le sue paure: un cane che era troppo spaventato per fidarsi dell’uomo e che adesso è diventato affettuoso e curioso”, ha commentato l’organizzazione.

 

Per maggiori informazioni clicca qui