Home Foto Trova il gatto nascosto tra i grattacieli: è caccia sui social

Trova il gatto nascosto tra i grattacieli: è caccia sui social

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:55
CONDIVIDI

Trova il gatto nascosto tra i grattacieli

trova il gatto
@Facebook/dettaglio

Il nuovo challenge “trova l’intruso” condiviso sui social e diverse piattaforme in rete, sta letteralmente conquistando il pubblico. Il gioco come sempre ha stimolato gli utenti nella ricerca di un gatto nascosto tra i grattacieli di una grande metropoli.

A dire il vero, si tratta di una sfida piuttosto ardua che inizialmente può anche scoraggiare gli utenti. Tuttavia, possiamo garantire che il gatto esiste. Una volta individuato, dopo la prima volta che si riesce a intravederlo, lo sguardo lo metterà sempre a fuoco.

Interazioni in rete

Questa immagine targata gimmemore, piattaforma di quiz e giochi interattivi ha generato condivisioni in tutto il mondo. In un periodo di quarantena, un passatempo che aiuta ad aguzzare la vista e a tenere la mente attiva. Un ottimo allenamento che potrà diventare una sfida tra amici.

I testi di acuità visiva o test di intelligenza visiva sono molto diffusi e in alcuni casi rivelerebbero il quoziente intellettivo. La teoria delle intelligenze multiple è stata sviluppata dallo psicologo Howard Gardner che ha individuato i 7 tipi di intelligenza che tutte le persone hanno come potenziale, tra i quali rientra l’intelligenza spaziale (ovvero visiva). Questi giochi in realtà si rivelano ottimi esercizi che stimolano la capacità di rappresentare e trasformare forme, recuperando informazioni da un dato input visivo. Stimolano la memorizzazione e il riconoscimento delle figure nello spazio percettivo. Questa intelligenza o facoltà può essere utile in molte circostanze aiutando a riconoscere i volti o ad migliorare la percezione globale di un ambiente e della stessa realtà.

Insomma, più che un gioco, i rompicampo o questi piccoli test a caccia dell’intruso sono un ottimo allenamento per i nostri sensi percettivi e per la nostra mente. In questo caso, bisogna calarsi nella mente del felino, il predatore per eccellenza che non solo ha il passo felpato ma in ogni circostanza riesce a nascondersi nei luoghi più inaspettati dai quali avere una visione d’insieme e tenere il tutto sotto il suo controllo, pronto a sferrare il suo attacco.

Morale della favola: buon divertimento!

Ti potrebbe interessare–>

C.D.