Home Gatti Adottare un Mandalay: carattere, proprietario ideale, stile di vita

Adottare un Mandalay: carattere, proprietario ideale, stile di vita

Quando e perché adottare un gatto Mandalay? Ecco cosa sapere prima di accogliere nella nostra casa un micio di questa razza.

Il Mandalay è un quattro zampe dall’aspetto affascinante e dal carattere irresistibile: non sorprende che tu voglia adottare questo felino. Come capire, però, se si tratta dell’amico a quattro zampe perfetto per noi? Scopriamo le informazioni da conoscere per una convivenza felice e serena.

Quanto costa un cucciolo di Mandalay?

Il primo fattore da considerare prima di adottare un Mandalay è quello economico.

(Foto Instagram)

Infatti, dovremo essere in grado di mantenere il pelosetto, sostenendo tutte le spese volte non solo al suo acquisto, ma anche al suo sostentamento: pappe, visite veterinarie e tanto altro.

In realtà, gli esemplari di questa razza sono talmente rari che in Italia non ne esiste alcun allevamento.

Per questo, stabilire un prezzo è molto complicato. Il miglior consiglio, in questo caso, è cercare allevatori nel Paese di origine del gatto: la Nuova Zelanda.

Al costo del micio, tuttavia, dovremo aggiungere anche le spese dell’eventuale trasporto.

Qual è il costo di mantenimento mensile del felino? La spesa ammonta a circa 30 euro al mese.

Potrebbe interessarti anche: Come realizzare un catio esterno per il gatto: idee e foto

Adottare un Mandalay: carattere e proprietario ideale

Prima di adottare un Mandalay, dovremmo valutarne il temperamento, in modo da capire se il micio possa essere compatibile con noi e col nostro stile di vita, oppure no.

Mandalay
(Foto Instagram)

Questo pelosetto ha un carattere dolce e intraprendente: amante delle coccole, alterna le sue giornate tra momenti di dolcezza e sessioni di gioco.

L’adozione di questo gatto è indicata per le famiglie con bambini e altri animali.

Grazie al suo carattere socievole e paziente, infatti, si rivela l’amico a quattro zampe perfetto per i più piccoli, e va perfettamente d’accordo sia con i cani che con i membri della sua stessa specie.

Accogliere nella nostra vita un Mandalay, invece, potrebbe non essere la scelta giusta se trascorriamo molte ore fuori casa.

Gli esemplari di questa razza, infatti, tendono a soffrire la solitudine.

Potrebbe interessarti anche: Nomi di gatto femmina e maschio: come sceglierlo tra più 6500 idee

Stile di vita ed esigenze del micio

Infine, non ci resta che scoprire di cosa ha bisogno questo pelosetto, per capire se saremo in grado di soddisfare tutte le sue esigenze, rendendolo felice.

Mandalay
(Foto Instagram)

Come abbiamo anticipato, si tratta di un micio attivo e vispo. Per questo, è fondamentale che la casa in cui vive il Mandalay sia dotata di uno spazio dedicato al felino, in cui possa soddisfare tutti i suoi bisogni etologici.

Le esigenze del gatto vanno dalle necessità più facilmente intuibili, come acqua, cibo, angolo relax e angolo lettiera, a quelle spesso trascurate ma ugualmente importanti, relative allo svago del micio.

Infatti, è importante che il suo habitat risulti stimolante. In caso contrario, il quattro zampe rischierebbe di condurre uno stile di vita sedentario che, alla lunga, rischierebbe di farlo annoiare causando la comparsa di disturbi del comportamento.

Se disponiamo di uno spazio esterno, come un giardino, un balcone o un terrazzo, dovremo assicurarci che l’animale vi abbia accesso esclusivamente nel caso in cui la zona sia stata recintata e posta in sicurezza.

Gli esemplari di questa razza, infatti, sono molto curiosi e possono allontanarsi dal proprio territorio, cacciandosi nei guai.

Se hai finalmente deciso di voler compiere il grande passo, adottando questo pelosetto, non perderti il nostro articolo con tutte le curiosità da scoprire sul Mandalay.

Qui troverai chicche, aneddoti, esemplari famosi e una lunga lista di nomi da scegliere, con i migliori consigli da seguire.