Home Gatti Il Bengala: l’antico gatto “leopardato”

Il Bengala: l’antico gatto “leopardato”

CONDIVIDI

bengala2Questo gatto, bello e piuttosto costoso, è stato ottenuto negli Stati Uniti da un incrocio tra un gatto domestico nero e una femmina di Felis bengalensis. Quest’ultimo è il gatto selvatico più comune in Asia e si trova, normalmente solitario, in una varietà di habitat, dalle giungle e foreste di pini alle zone montagnose. Il Bengala è uno dei felini più incantevoli in circolazione e ha un posto di primo piano nella lista dei più recenti successi di incrocio.

STORIA: Lo sviluppo del Bengala negli anni Settanta del secolo scorso è il risultato di una ricerca sull’apparente immunizzazione naturale del Felis bengalensis (il leopardo asiatico) alla leucemia felina. Fu riscontrato che l’ibrido comprendeva sia lo straordinario disegno e colore del manto del gatto selvatico sia il temperamento gentile del domestico a pelo corto.

TEMPERAMENTO: I Bengala sono compagni vivaci, affettuosi e intelligenti, che si adattano molto bene alla vita familiare. Tuttavia gli esemplari entro la terza generazione dall’incrocio possono avere aspetti del comportamento un pò selvatici.

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE: I Bengala esistono in una varietà di colori, tra cui i macchiati marrone-nero, i marmorizzati marrone-nero, i macchiati e i marmorizzati neve; gli ultimi due hanno lo sfondo avorio, crema o marron glacé (cerbiatto-beige grigiastro). Testa: Cuneiforme, con guance paffute. Il naso è corto. Occhi: A mandorla, abbastanza grandi. Il colore più comune è il verde, ma possono essere dorati, nocciola, blu-verde e, talvolta nei gatti color neve, azzurri. Orecchie: Di taglia media, con base allargata. Corpo: Lungo, levigato e muscoloso. Mantello: Piuttosto corto, spesso, vellutato con riflessi luminosi. La pelliccia soffice e fitta delle parti sottostanti è più chiara del colore del resto del corpo. Le macchie di colore possono essere sparse, raggruppate in rosette come quelle del leopardo o a strisce orizzontali. Le zampe sono striate e la coda ad anelli colorati, con la punta scura. Coda: Lunga e muscolosa. Piedi: Abbastanza grandi e arrotondati. Zampe: Forti e relativamente corte. Le zampe posteriori, leggermente più corte di quelle anteriori, danno al gatto un aspetto fiero.

bengala3Bengal brown spotted: I Bengala marroni e nero sembrano avere il manto spolverato d’oro, mentre le varietà color neve hanno riflessi perlacei. Sebbene i gattini nascano già macchiati, la loro pelliccia iniziale, arruffata, nasconde il disegno fino al terzo, quarto mese.