Home Gatti Collutorio per gatti: quando comprarlo e come utilizzarlo

Collutorio per gatti: quando comprarlo e come utilizzarlo

Tra gli accessori pensati per l’igiene orale dei nostri amici a quattro zampe si annovera anche il collutorio per gatti: scopriamo quando acquistarlo e come va usato.

Collutorio per gatti
(Foto Adobe Stock)

Non è particolarmente semplice curare l’igiene orale dei nostri amici a quattro zampe, mai particolarmente entusiasti di farsi ispezionare la bocca. A darci una mano il collutorio per gatti, che ovviamente presenta qualche piccola differenza rispetto al prodotto pensato per gli esseri umani: scopriamo di quale si tratta.

Collutorio per gatti: è sempre necessario?

Il mercato di accessori e prodotti per animali domestici è in forte espansione; non potrebbe che essere così, dato l’amore sempre più crescente verso i pelosetti, ormai componenti della famiglia a pieno titolo. Una delle categorie merceologiche più vendute è quella dei prodotti pensati per la salute del felino.

alito gatto
(Foto Adobe Stock)

Ed il collutorio per gatti va ad inserirsi in tale lista. Ebbene sì, anche i felini possono contare su tale prodotto, che ovviamente presenta diverse differenze rispetto a quello pensato per gli esseri umani.

Non potrebbe che essere così: d’altronde il felino, si sa, non è mai particolarmente entusiasta di ispezioni troppo ravvicinate; figurarsi quelle aventi ad oggetto la sua bocca.

E d’altra parte sarebbe impensabile sperare che il gatto faccia degli sciacqui con la soluzione, trattenendola in bocca per il tempo necessario, proprio come farebbe una persona.

Ed è per questo che il collutorio per gatti è pensato per non essere trattenuto per la cavità orale, presentandosi sotto forma di spray dentale o additivo per acqua.

Entrambe le tipologie hanno la medesima efficacia; tuttavia lo spray può risultare più difficile da utilizzare. Specie laddove il gatto non sia stato abituato fin da cucciolo all’utilizzo del prodotto, con grande probabilità mostrerà resistenza nell’aprire la bocca, rendendo più difficile, se non impossibile lo spruzzo della soluzione.

Decisamente più semplice l’uso del collutorio per gatti sotto forma di additivo all’acqua. In questo caso è sufficiente aggiungere la dose prescritta all’acqua dell’animale, in modo tale che la assorba nel corso della giornata.

Atossica – va da sé – inodore, è la soluzione ideale, soprattutto per chi non abbia particolare dimestichezza con gli amici a quattro zampe.

Ma quando comprare il collutorio per gatti? La risposta è sempre. Quando si parla di salute la parola chiave da tenere bene in mente è prevenzione. Ed il collutorio, insieme allo spazzolino e al dentifricio per gatti, costituisce un ausilio insostituibile per la cura dell’igiene orale del gatto.

Potrebbe interessarti anche: Come scegliere spazzolino per gatti: modelli, materiale e dimensioni

L’importanza dell’igiene orale nel felino

Quasi sempre si sottovaluta l’importanza che riveste la cura dell’igiene orale del gatto. Nulla di più sbagliato.

Come scegliere spazzolino per gatti
(Foto Adobe Stock)

Basterebbe dire, molto banalmente, che il nostro amico a quattro zampe usa la sua bocca ogni giorno per cibarsi. E questo comporta che sui suoi denti, come è naturale che sia, si accumuleranno batteri e placca, che con il tempo si trasformeranno in tartaro.

Questa formazione tende ad infiammare le gengive; nei casi più gravi il felino può perdere i denti. Il dolore che ne consegue può inibire il gatto dal mangiare e perfino dal bere; i batteri possono persino entrare nel flusso sanguigno, danneggiando l’organismo.

Potrebbe interessarti anche: Parodontite nel gatto: prevenzione, sintomi, diagnosi e cure

Per questo è fondamentale prevenire i diversi disturbi che una mancata cura dell’igiene orale può provocare. Ed il collutorio per gatti costituisce un alleato indispensabile. Non è semplice, infatti, prendersi cura della bocca del gatto; non aspettatevi collaborazione dal vostro amico a quattro zampe.

Perfino controllare lo stato dei denti e delle gengive potrebbe rivelarsi un’impresa ardua; figurarsi pulirli con spazzolino o accessori simili.

Il collutorio per gatti, in particolare sotto forma di additivo da aggiungere all’acqua, si presenta come una soluzione di semplice attuazione, da coadiuvare agli altri adempimenti da compiere in materia. Tra cui, ovviamente, controlli periodici dal proprio veterinario di fiducia.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

A. S.