Home Gatti Come insegnare al gatto a stare seduto: i vari passaggi

Come insegnare al gatto a stare seduto: i vari passaggi

Addestrare un felino è molto difficile, ma con un po’ di pazienza si può tutto. Vediamo insieme come insegnare al gatto a stare seduto.

come insegnare al gatto a stare seduto
(Foto Adobe Stock)

Molto spesso si pensa che i gatti, avendo un carattere solitario e indipendente, non siano capaci di eseguire comandi e quindi difficilmente li si può addestrare. Ma non è affatto così.

Infatti i felini, proprio come i cani, hanno una grande capacità di apprendimento e possono imparare molti comandi, basta utilizzare un metodo di addestramento conforme al loro carattere. Vediamo insieme come insegnare al gatto a stare seduto.

Insegnare al gatto a sedersi: ecco come fare

Per poter insegnare un comando ad un gatto è necessario innanzitutto essere pazienti e rilassati.

gattino gatto
(Foto Adobe Stock)

Dopodiché bisogna scegliere il momento della giornata in cui il micio sia attivo, quindi non svegliatelo per insegnargli un comando.

E’ importante che il gatto prenda questo insegnamento come se fosse un gioco in modo tale che è più presente e non si annoia. Infine è necessario che per l’addestramento vi muniate di snack da dare al micio nel momento in cui effettua ciò che gli chiedete.

Ci sono due modi per insegnare al gatto a stare seduto. Nel primo caso il micio si siede normale come quando si siede il cane. Mentre nel secondo insegnamento il felino si siede con le zampe anteriori alzate.

Come insegnare il gatto a stare seduto

Innanzitutto procuratevi lo snack dopodiché chiamate il vostro micio. Quando il gatto si avvicina a voi, fategli annusare il bocconcino, facendo attenzione a non darglielo.

Sollevate lentamente il premio davanti alla testa del vostro gatto. La posizione dello snack sarà tale che il felino deve necessariamente guardare in alto, e ciò porta automaticamente il micio a sedersi.

Nel momento in cui il gatto si siede complimentatevi con lui dicendo: ”Bravo, seduto!” e dategli il premio, in modo tale che il felino colleghi l’azione al bocconcino.

E’ consigliato addestrare il proprio micio due volte al giorno per almeno 5 minuti, per evitare che il gatto si stressi o si annoi.

Potrebbe interessarti anche: Rinforzo positivo nel gatto: cos’è e come usarlo

Come insegnare il gatto a stare seduto con le zampe anteriori alzate

gatto
(Foto Adobe Stock)

Un altro modo in cui il gatto potrebbe sedersi è stare seduto con le zampe anteriori alzate. Per insegnare ciò al micio, è opportuno avere pazienza, e procurarsi il solito bocconcino.

Dopodiché mantenete con la mano il premio sopra la testa del micio, facendo attenzione che quest’ultimo non lo prenda subito. Successivamente date il comando ”in alto ” o ”su” al gatto.

Aspettate che questi lo esegua, quando il felino si alzerà automaticamente si siederà. Solo quando sarà tranquillamente seduto con le zampe alzate potete dargli il bocconcino.

Ricordatevi che ci vuole tempo prima che un gatto capisca ciò che gli viene chiesto di fare, quindi abbiate molta pazienza e molto tempo a disposizione per l’addestramento.

Potrebbe interessarti anche: Come insegnare al gatto a dare la zampa

Marianna Durante