Home Curiosita Curiosità sull’American Curl Longhair: chicche imperdibili sulla razza

Curiosità sull’American Curl Longhair: chicche imperdibili sulla razza

Scopriamo tutte le più incredibili curiosità sull’American Curl Longhair: da aneddoti sulla storia della razza a Very Important Cat.

curiosità american curl longhair
(Foto Adobe Stock)

Per tutti coloro che si professano dei veri appassionati di American Curl Longhair, ecco un ultimo banco di prova. Siete certi di conoscere tutto su questa splendida razza felina dalle orecchie arricciate? Vediamolo insieme, elencando una ricchissima carrellata di curiosità sull’American Curl Longhair.

Curiosità sull’American Curl Longhair: lo sapevate che…?

Apriamo il nostro articolo sulle curiosità che riguardano l’American Curl Longhair con una carrellata di imperdibili chicche sugli esemplari di questa razza felina.

(Foto Adobe Stock)
  • Questo micio possiede una variante a pelo corto, che risulta molto diffusa in Europa. Il gatto Longhair, invece, è ben più distribuito e apprezzato in Canada e negli Stati Uniti d’America;
  • Il nome di questa razza è un diretto rimando alle origini del micio, che proviene dal nord America, e alle sue orecchie così peculiari. Il termine inglese “curl“, infatti, significa “ricciolo“;
  • Le orecchie arricciate e ripiegate verso l’esterno tipiche dell’American Curl Longhair sono frutto di una mutazione genetica naturale;
  • Attenzione a non scambiare questo gatto con la variante a pelo lungo dello Scottish Fold! Entrambe le razze, infatti, sono accomunate da orecchie dalla forma particolare, ma dall’opposto orientamento: in un caso si aprono verso l’alto; nell’altro, invece, sono orientate verso l’interno. Per scoprire nel dettaglio come distinguerli, in questo articolo troverai tutte le differenze tra American Curl Longhair e Highland Fold;
  • Le orecchie di questo micio americano non finiscono di stupire: esse, infatti, continuano a crescere per tutta la vita del quattro zampe, fino ad arrivare a cambiare la loro forma durante la vecchiaia del gatto;
  • L’American Curl Longhair ne sa una più del diavolo: grazie alla sua perspicacia, oltre a una buona dose di proverbiale agilità felina, è perfettamente in grado di aprire porte, cassetti, finestre… oltre che rubare cibo proprio sotto il naso del suo umano!

Potrebbe interessarti anche: Nomi di gatto femmina e maschio: come sceglierlo tra più 6500 idee

Nomi per il tuo American Curl Longhair

Hai deciso di accogliere un American Curl Longhair nella tua casa e nel tuo cuore, e hai curiosità di sapere quali sono i nomi più gettonati per gli esemplari di questa razza?

american curl
(Foto Adobe Stock)

Prima di esaminare un elenco di possibili proposte, tieni a mente questi utili accorgimenti, che ti aiuteranno nella scelta dell’appellativo perfetto per il tuo nuovo amico a quattro zampe.

Prediligi nomi corti, possibilmente formati dalla ripetizione di suoni simili tra loro. In questo modo, il micio riuscirà a capire più facilmente che quel richiamo è indirizzato proprio a lui.

Inoltre, un ulteriore consiglio consiste nello scegliere un appellativo che richiami un tratto caratteriale del gatto o una sua caratteristica fisica. In questo modo, lo renderà davvero unico. Tra i possibili nomi tra cui optare, ci sono:

American Curl Longhair femmine:

  • Poppea;
  • Star;
  • Luna;
  • Lilla;
  • Lullaby;
  • Asia;
  • Amy;
  • Bianca;
  • Coda;
  • Jasmine;
  • Mia;
  • Elettra;
  • Era;
  • Venus;
  • Micia;
  • Cleo;
  • Cleopatra;
  • Artemide;
  • Juno.

American Curl Longhair maschi:

  • Thor;
  • Giove;
  • Zeus;
  • Blue;
  • Joe;
  • Maos;
  • Felix;
  • Rocky;
  • Jimmy;
  • Ricciolo;
  • Curly;
  • Gatto;
  • Big Jim;
  • Asterix;
  • Obelix;
  • Cesare;
  • Mino.

Potrebbe interessarti anche: I gatti più famosi di Instagram: le star feline dei social

Esemplari famosi: Very Important Cat

Infine, chiudiamo il nostro articolo sulle curiosità imperdibili sull’American Curl rispondendo a questa domanda: esistono mici di questa razza che hanno raggiunto la notorietà del grande pubblico?

american curl longhair
(Foto Adobe Stock)

La risposta, naturalmente, è sì. Come non citare, infatti, la micia capostipite della razza? Si tratta di Shulamith, una piccola gattina randagia che venne adottata da una coppia californiana all’inizio degli anni ’80.

Fu lei a trasmettere le sue peculiari orecchie alla metà dei suoi cuccioli, dando avvio all’allevamento di American Curl Longhair.

Ci sono anche esemplari famosi di questa razza che risalgono ai giorni nostri. Si tratta dei cosiddetti “gatti influencer“.

I loro umani, infatti, hanno creato profili social in cui postano aneddoti, foto e video che documentano la quotidianità di queste star feline.

Su Instagram, ad esempio, ci sono Alma, Curly e Yuki… cosa aspettate a seguirli?!

Laura Bellucci