Home Gatti Differenza tra Ragamuffin e Ragdoll: come distinguere le due razze

Differenza tra Ragamuffin e Ragdoll: come distinguere le due razze

In cosa consiste la differenza tra Ragdoll e Ragamuffin? Ecco cosa sapere su queste due razze così simili ma ben distinte tra loro.

ragamuffin
(Foto Adobe Stock)

Uguali no, ma decisamente somiglianti, a partire dal nome. Cosa lega queste due razze tanto da trarci in inganno, portandoci a confonderle? Scopriamo insieme i punti in comune e la differenza tra Ragdoll e Ragamuffin.

Similarità tra le due razze

Prima di capire in cosa consiste la differenza tra Ragdoll e Ragamuffin, esploriamo tutti gli aspetti che accomunano i due mici.

ragdoll
Esemplari di Ragdoll (Foto Adobe Stock)

In primis, il nome tanto simile delle razze non è certo frutto di una coincidenza.

Infatti, Ragamuffin e Ragdoll sono imparentati tra loro: il primo è il risultato dell’accoppiamento tra il secondo felino e altre razze.

Da ciò scaturisce anche un aspetto molto simile dei due gatti. Prima di tutto, questi pelosetti hanno le stesse dimensioni: di taglia medio-grande, il loro peso può arrivare fino a 9 kg.

In entrambi i casi, il mantello di Ragamuffin e Ragdoll è semi-lungo e molto folto. Le colorazioni e il disegno che la loro pelliccia può assumere sono di tutti i tipi.

Infine, dal punto di vista caratteriale i due pelosetti sono molto mansueti, equilibrati e pazienti.

Se da un lato questo li predispone al rischio di accumulo di peso in eccesso, dall’altro li rende perfettamente adatti alla convivenza con bambini e altri animali.

La loro adozione, però, è sconsigliata a chi trascorre molto tempo fuori casa. Infatti, tendono a soffrire entrambi la solitudine.

Potrebbe interessarti anche: La differenza tra Ragdoll e Maine Coon: quale delle due scegliere

Differenza tra Ragamuffin e Ragdoll

Infine, dopo aver visto cosa accomuna Ragamuffin e Ragdoll non ci resta che scoprire qual è la differenza tra le due razze.

ragamuffin
Esemplare di Ragamuffin (Foto Adobe Stock)

In primo luogo, come abbiamo accennato le origini di questi gatti sono diverse.

Il Ragdoll è stato selezionato a partire dal 1963, da parte della stessa allevatrice responsabile della creazione del Persiano nero. Il riconoscimento ufficiale di questa razza è avvenuto nel 1979.

La storia del Ragamuffin, invece, è più recente: la selezione di questo micio è iniziata a partire dal 1994. Questi esemplari derivano dall’incrocio di numerose razze, tra cui, oltre al Ragdoll, ci sono Angora Turco, Persiano e Himalayano.

Potrebbe interessarti anche: Adottare un Ragdoll: i motivi per farlo e il suo padrone ideale

Un’ulteriore differenza tra Ragamuffin e Ragdoll riguarda la loro salute. Il primo, infatti, gode di una costituzione robusta e non risulta predisposto all’insorgenza di malattie ereditarie.

Nel Ragdoll, invece, possono insorgere patologie genetiche come cardiomiopatia ipertrofica e malattia del rene policistico.

Infine, l’ultimo fattore che ci permette di distinguere tra i due pelosetti è il riconoscimento ufficiale delle razze da parte delle associazioni feline.

Mentre il Ragdoll è stato riconosciuto all’unanimità, ad oggi il Ragamuffin ha ottenuto la certificazione ufficiale solo da parte della CFA e della WCF.

Tra i due pelosetti quello più raro e meno diffuso ha fatto breccia nel tuo cuore?

Ecco l’articolo che fa al caso tuo, in cui potrai scoprire tutte le informazioni da conoscere, prima di adottare un Ragamuffin.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Laura Bellucci