Home Gatti FELV: La Leucemia felina

FELV: La Leucemia felina

CONDIVIDI

felv leucemia felinaLe Retrovirosi feline rappresentano un gruppo di malattie che rivestono un ruolo importante nella patologia dei felini. Sono sostenute da virus denominati
retrovirus per la presenza di un enzima
chiamato transcrittasi inversa. Ne fanno parte la Fiv e la Felv.

La FELV detta anche leucemia felina, è una grave malattia infettiva e contagiosa che colpisce il gatto, caratterizzata clinicamente da forme neoplastiche oppure da immunodepressione. E’ sostenuta da un virus appartenente alla famiglia Retroviridae, genere Mammalian type C retrovirus denominato FeLV (Feline Leukemia Virus).

I sintomi della felv:

Sintomi clinici: L’infezione da FeLV è caratterizzata da una notevole varietà di sintomi clinici. Il virus della FeLV è trasmesso dal gatto infetto tramite saliva, secrezioni o sangue e questo può avvenire anche nelle fasi iniziali dell’infezione, quando il gatto non manifesta ancora alcun sintomo. Una parte dei gatti infetti che riesce ad eliminare il virus spontaneamente può diventare immune, anche se non è nota la durata dell’immunità naturale.
Malattie correlate all’infezione: problemi riproduttivi della gatta, tumori linfoidi, tumori mieloidi, anemie aplastiche ed ipoplastiche, neuropatie
Malattie non correlate all’infezione: malattie infettive conseguenti all’infezione, malattie immunomediate.

Problemi riproduttivi nella gatta:  Aborto, riassorbimento fetale, nati-mortalità. I gattini spesso nascono viremici ma apparentemente sani.

Tumori e altre forme:

  1. tumori linfoidi
  2. tumori mieloidi
  3. anemie plastiche e ipoplastiche
  4. neuropatie
  5. tumori cutanei

Malattie conseguenti all’infezione possono essere: Peritonite infettiva felina, Rinotracheite infettiva felina, Toxoplasmosi, Emobartonellosi, Criptococcosi. Malattie batteriche: gengiviti, otiti, enterocoliti, polmoniti.

Diagnosi clinica: La diagnosi clinica non permette altro che avanzare un sospetto sulla presenza della malattia. Molto importante nei gattili è procedere all’anamnesi e fondamentale è la diagnosi di laboratorio.  Durante la visita clinica il veterinario verifica lo stato generale del nostro gatto:

  • analizza il pelo, accertandosi che non siano presenti pulci o zecche
  • si accerta della funzionalità di organi come occhi, orecchie, naso, cuore, polmoni
  • pesa il gatto e ne controlla lo stato di nutrizione
  • controlla se l’animale è stato vaccinato e a quali vaccini dovrebbe essere sottoposto
  • esegue eventuali esami di laboratorio

Fondamentale è la diagnosi di laboratorio numerosi test in commercio usano p27 (antigene FeLV gruppo – specifico, comune del nucleo capside) nel siero o nel plasma. E’ possibile eseguire ricerche atte ad individuare Anticorpi anti gp70(glicoproteine dell’envelope) e anti-FOCMA(Feline Oncovirus Cell Membrane Associated)

Profilassi: Esistono in commercio diversi vaccini contro la leucemia felina:

  • virus completo inattivato
  • vaccino a sub-unità
  • vaccino ricombinante (p45)

gatto

SUGGERIMENTI PER LA PROFILASSI DELLE RETROVIROSI FELINE:

• Controllare tutti i gatti
• Separazione dei gatti positivi da quelli negativi
• Pulizia della lettiera e ciotole con idoneo
disinfettante almeno 10 gg. prima dell’introduzione
di nuovi animali
• Ridurre l’entrata e l’uscita dei gatti
• Controllare nuovamente i gatti a distanza di 12 mesi
• Rimozione della quarantena quando gli animali sono
risultati negativi ad almeno due test consecutivi
• Controllare i gatti di nuova introduzione