Home Gatti I gatti capiscono le altre lingue? Tutto ciò che c’è da sapere...

I gatti capiscono le altre lingue? Tutto ciò che c’è da sapere a riguardo

Hai mai provato a parlare con la tua palla di pelo in inglese? Vediamo insieme se i gatti capiscono le altre lingue.

gatti capiscono le altre lingue
(Foto Pexels)

Quando ci trasferiamo in un altro paese, una delle prime cose che facciamo è imparare la nuova lingua, per fare ciò esistono molti corsi che possono aiutarci.

Ma cosa accade se portiamo con noi Micio? Avete mai pensato di parlare con la vostra palla di pelo in inglese o spagnolo? Vi capirà? Scopriamo nel seguente articolo se i gatti capiscono le altre lingue.

I gatti capiscono le altre lingue?

Prima di chiederci se i gatti siano in grado di capire le altre lingue, sarebbe opportuno chiedersi se Micio capisce la nostra lingua madre.

parlare telepaticamente con gatto
(Foto Adobe Stock)

Quante volte abbiamo chiesto al nostro amato felino di fare qualcosa e quest’ultimo ci ha ascoltato? Come per esempio chiamare il gatto per nome e scoprire che viene da noi senza problemi. In questi casi pensiamo che i nostri amici a quattro zampe capiscano ciò che diciamo e quindi la nostra lingua.

Sebbene i gatti siano animali molto intelligenti, e a volte capiscono ciò che diciamo, secondo uno studio Giapponese, i gatti domestici ricordano solo il significato di alcuni suoni, come per esempio il loro nome, o il suono della ciotola.

I felini, secondo lo studio, capiscono il tono di voce e la voce della persona con cui stanno interagendo per questo motivo i gatti domestici rispondono con gesti o versi alle parole del proprio umano.

Quindi, sebbene i gatti riconoscano la voce del proprio umano, non sono capaci di comprendere la sua lingua. Di conseguenza i felini non saranno capaci di capire nemmeno altre lingue.

Potrebbe interessarti anche: Il cervello del gatto si sta rimpicciolendo: colpa dell’uomo? Risponde la scienza

Se pensate che il vostro amico peloso conosca più lingue perché risponde alle vostre parole anche se parlate in 2 lingue diverse, dovete fare attenzione al tono che utilizzate per parlare.

Infatti è solo ed esclusivamente il tono di voce che utilizzate per dire qualcosa al vostro Micio che risulta familiare a quest’ultimo e non la vostra lingua madre.

Se per esempio chiedete al vostro gatto di venire da voi in italiano e poi glielo ripetete in inglese, mantenendo lo stesso tono, molto probabilmente il vostro amico a quattro zampe “imparerà” un’altra lingua in quanto si abituerà al suono. Un po’ come noi, con il tempo abbiamo abbinato i vari toni dei Miao dei gatti a determinate situazioni.

Potrebbe interessarti anche: L’odore del padrone non consola il gatto solo in casa: lo studio

Quindi, sebbene i cani possano capire quando una persona non parli la lingua madre del suo umano, i gatti non hanno interesse a capire in che lingua parliamo, in quanto non hanno il concetto di linguaggio che abbiamo noi esseri umani, ma fanno attenzione solo al nostro tono di voce.