Home Gatti I gatti sanno in che stanza siete anche se non vi vedono

I gatti sanno in che stanza siete anche se non vi vedono

Sapevate che i gatti sanno in che stanza siete anche quando non vi vedono? Vediamo insieme, secondo gli esperti come fanno.

i gatti sanno in che stanza siete
(Foto Pexels)

Chi convive con un felino è a conoscenza della sua indipendenza e della sua grande passione di nascondersi. Infatti spesso possiamo girovagare per casa in cerca di Micio, preoccupandoci in quanto non riusciamo a trovarlo.

Tuttavia, grazie ad una nuova ricerca, possiamo affermare che tale preoccupazione i nostri felini non l’avranno mai per noi. Infatti secondo gli esperti i gatti sanno in che stanza siamo anche se non ci vedono. Vediamo qui di seguito come fanno.

Il gatto sa in che stanza della casa sei anche se non ti vede

Sebbene i felini, rispetto ai cani, siano poco studiati, ci sono alcuni esperimenti che ci rendono capaci di capire di più queste piccole palle di pelo.

paralisi facciale gatto
(Foto Pexels)

Infatti, è risaputo che i nostri amici a quattro zampe possiedono la permanenza dell’oggetto, ossia sono consapevoli che anche se non vedono più un oggetto esso esiste lo stesso.

Tuttavia, questa non è l’unica scoperta fatta dai ricercatori giapponesi. Infatti questi ultimi, sono stati in grado di dimostrare che i nostri amici pelosi sono capaci di capire in che stanza siamo noi anche quando loro sono sul davanzale o in un’altra stanza, senza che possano vederci.

Lo studio consisteva in una serie di 3 esperimenti. In tali esperimenti veniva posto un altoparlante nella stanza dove erano presenti i gatti ed un altro in un’altra stanza. Gli esperti osservavano come i gatti rispondevano all’ascolto dei suoni che provenivano prima da un altoparlante e poi dall’altro. I suoni erano:

  • Primo esperimento: voci umane;
  • Secondo esperimento: suoni di altri gatti;
  • Terzo esperimento: suoni elettronici generici.

Potrebbe interessarti anche: I gatti comprendono la permanenza dell’oggetto: cosa dice la scienza

Gli esperti hanno notato che i gatti non hanno avuto una grande reazione quando hanno ascoltato i suoni di altri gatti e i suoni degli elettronici, mentre quando hanno ascoltato la voce dei loro umani sono rimasti confusi dal fatto che la voce non arrivasse da dove si aspettavano che arrivasse.

Ciò ha dimostrato che i felini, hanno una mappa mentale della posizione spaziale del proprio umano e per questo motivo quando tale posizione non corrisponde, il gatto rimane sorpreso.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Marianna Durante