Home Curiosita Epifania felina: l’incredibile leggenda sul gatto della Befana

Epifania felina: l’incredibile leggenda sul gatto della Befana

Conoscete la leggenda del gatto della Befana? Ecco cosa sapere sul micio che da tradizione accompagna la Befana ogni 6 gennaio.

Gatto Epifania
Gatto nero con la luna piena sullo sfondo (Canva – Amoreaquattrozampe.it)

I felini domestici sono animali misteriosi e magnetici. Non a caso, sono spesso stati associati alla stregoneria e all’occulto. C’è un’affascinante leggenda dedicata al gatto della Befana, rigorosamente nero: scopriamo di più su questa figura enigmatica.

La leggenda sul gatto della Befana

Ancora oggi, purtroppo, i gatti neri sono vittime di pregiudizi secondo cui questi meravigliosi animali sarebbero associati alla sfortuna e alla malasorte.

Micio nero
Due gatti neri (Canva – Amoreaquattrozampe.it)

La leggenda sul gatto della Befana, invece, sostiene esattamente il contrario: i mici dal mantello scuro come la notte sono dei veri e propri catalizzatori di buona fortuna.

Secondo la tradizione, in un tempo in cui tutti i felini domestici presentavano un manto tigrato, solo un esemplare era avvolto da un soffice mantello nero.

Questo micio era solito accompagnare la vecchietta a bordo della sua scopa ogni 6 gennaio.

Come tutti i gatti, era molto curioso: si domandava come fosse la vita degli esseri umani, ma non aveva modo di entrare in contatto con loro perché dopo aver sorvolato i cieli insieme alla Befana il giorno dell’Epifania, cadeva in un profondo letargo, risvegliandosi solo il 6 gennaio dell’anno successivo.

Potrebbe interessarti anche: L’antica leggenda buddhista sui gatti: cosa simboleggiano i nostri a-mici

L’arrivo dei gatti neri sulla Terra

Una notte, durante il consueto viaggio sulla scopa in compagnia della vecchina, il micio nero si sporse troppo per guardare il paesaggio sottostante, e fece cadere giù un regalo.

La Befana, anziché arrabbiarsi, mandò il quattro zampe al bambino a cui sarebbe stato destinato il dono fatto precipitare dal gatto, consapevole del fatto che il peloso sarebbe stato più felice nella sua nuova famiglia umana.

 Potrebbe interessarti anche: La leggenda celtica del gatto bianco e nero: una storia di puro amore

Giunto nella sua nuova casa, il gatto venne accolto dal bimbo, entusiasta di avere un nuovo amico. Vedendo così felice loro figlio e il peloso appena arrivato, i genitori del bambino non vollero separare i due amici.

Da quel giorno, i mici dal mantello nero cominciarono a diffondersi sulla Terra. Il loro capostipite è proprio lui: il gatto della Befana.

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER

Questa dolce leggenda ci insegna come i felini dal mantello del colore della notte siano dei preziosi doni da amare, rispettare e proteggere: come ogni altra creatura, non aspettano altro che il nostro amore.

E se, oggi, vi imbatterete in un micio randagio nero, adottatelo: è senza dubbio un regalo della Befana che renderà la vostra vita più gioiosa e ricca di affetto.