Home Gatti Il gatto corre quando vede il padrone: cosa è importante sapere

Il gatto corre quando vede il padrone: cosa è importante sapere

Il gatto corre quando vede il padrone? Un atteggiamento molto comune e inspiegabile per l’umano. Leggiamo, nell’articolo, il significato dietro questa azione curiosa.

Il gatto corre quando vede il padrone
(Foto Pixabay)

Notiamo spesso che micio assume dei comportamenti troppo strani in casa e a contatto con noi? Beh, è tutto normale se si parla del felino, sempre pronto a stupirci ogni giorno. Soltanto, dobbiamo sapere che tutte le sue azioni sono delle comunicazioni. Vediamo, allora, cosa significa se il gatto corre quando vede il padrone e cosa fare a riguardo.

Il gatto corre quando vede il padrone: il significato

Per molti padroni è un atteggiamento davvero curioso, tenendo conto dell’amicizia instaurata con il peloso. Cosa può spingere il micio a scappare via alla nostra presenza? Approfondiamo qui.

Il felino corre nella natura
(Foto Pixabay)

Un felino ama sentirsi libero e vivere la sua esistenza all’insegna dell’avventura, lontano dal comfort dell’ambiente domestico.

Quando si sceglie di adottarlo, si è un po’ consapevoli di questa sua natura selvaggia e dell’indole che lo caratterizza tanto.

Non sempre è facile stare dietro a micio e capire cosa desidera in un determinato momento. Ad aiutare il suo amico umano c’è il linguaggio del corpo del gatto, strumento essenziale nella comunicazione con noi.

A chiunque, prima o poi, capita di vedere che il gatto corre quando vede il padrone, restando perplessi e un po’ dispiaciuti, credendo che l’animale non gradisca più la sua compagnia.

In realtà, ci sono alcune ragioni alla base di questo gesto improvviso. Il primo riguarda proprio la sua indipendenza. A differenza di un cane, il felino sa occuparsi di sé, non necessariamente con l’aiuto di un padrone.

A volte, poi, micio può correre via da noi semplicemente perché gli va di farlo, perché in quel momento non vuole stare con noi ma dedicarsi ad altro, per poi ritornare dopo.

Paura o stress

Non ce lo aspettiamo ma, forse, il gatto corre quando vede il padrone perché ha paura. Se il proprio micio prova agitazione non appena ci vede, vuol dire che non si fida ancora abbastanza.

Anche lo stress è un altro possibile motivo dietro questa reazione. In base al periodo che si sta vivendo insieme, nella casa, può essere che il peloso si senta sotto pressione, per un trasferimento o per un cambiamento importante nella vita.

Voglia di esplorare

Non dimentichiamo, poi, che il felino ha un forte istinto predatorio e ama controllare il territorio, dominare sulla realtà intorno a lui e su tutte le cose che sono di passaggio lì.

Può capitare, quindi, di arrivare in un momento in cui il gatto è intento a cacciare o a curiosare nel mondo esterno, oppure stesso all’interno della casa, per cui non potrà badare a noi.

Il gatto corre quando vede il padrone: la riproduzione

Nella quotidianità del felino, inoltre, può accadere di sentire l’odore di una gatta in calore e, per questo motivo, lui si allontanerà spesso, per giorni o addirittura settimane.

Si tratta di un bisogno naturale che l’animale deve soddisfare, dunque è il caso di non preoccuparsi troppo e lasciarlo libero. Ma come ci si deve comportare, con micio, negli altri contesti? Leggiamo più avanti.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto corre in modo sfrenato: la spiegazioni e i consigli su cosa fare

Micio e il suo comportamento: cosa fare

Essendoci diversi motivi alla base del comportamento del micio, occorre sapere come affrontare ogni situazione, per evitare che l’animale domestico non corra via da noi ogni volta. Vediamo meglio qui sotto.

Il comportamento di micio
(Foto Unsplash)

Come abbiamo visto, ci sono vari motivi dietro un simile comportamento nel felino domestico. Anche se è presente nella nostra vita da un po’, possono verificarsi certi episodi e bisogna essere pronti a reagire di conseguenza per risolvere.

Tenendo conto della ragione specifica alla base della sua fuga costante, se si tratta di riproduzione, non c’è nulla da temere.

Qualora si tratti di paura nei confronti del padrone, significa che occorre lavorare meglio sul tipo di rapporto e fare in modo di radicare la fiducia verso di noi.

Avvicinarlo con il cibo e con tatto

In questo caso, utilizzare il cibo è la soluzione più consigliata ed efficace. Per tranquillizzare micio si può iniziare offrendogli delle crocchette dalla propria mano, accovacciati sul pavimento.

Restando lì fermi per qualche minuto, attendiamo che il peloso si avvicini per prenderle e manteniamo le braccia aperte. Funzionerà di sicuro!

Se si tratta, invece, di stress, ciò potrebbe risolversi non appena tornerà l’equilibrio all’interno della sua famiglia. Il gatto può allontanarsi per stare più sereno e tornare al momento giusto.

Quando micio non vuole lasciarsi prendere e decide di correre via, dobbiamo noi riuscire ad avvicinarlo, mostrandosi gentili, calmi e pacifici. Micio intuisce le nostre emozioni e deve sapere di potersi affidare, in totale sicurezza.