Home Gatti Il gatto amano un solo padrone: ecco perché e come lo scelgono

Il gatto amano un solo padrone: ecco perché e come lo scelgono

CONDIVIDI

Il gatto si affeziona a un solo umano: in base a cosa scelgono il loro preferito e perché? Ecco quali sono le caratteristiche di un padrone ideale

Il gatto e il suo piccolo padroncino: ecco perché lo ha scelto

Studi recenti hanno dimostrato che il felino è un animale meno solitario di quanto si credeva: l’idea del gatto indipendente dal branco che si allontana per godere della propria solitudine è contestata. La dott.ssa Maria Grazia Calore, veterinaria ed etologa, ha messo in luce la capacità di relazionarsi dei gatti, sebbene non sia un animale sociale. Non amano la confusione, tuttavia negli anni sono si sono abituati a condividere lo spazio di casa con gli umani che vi abitano. Se fin da piccoli si sono relazionati a pochi soggetti, da adulti tenderanno ad essere più selettivi e a scegliere con cura ‘la loro persona’. Il gatto dunque mantiene la sua caratteristica indipendenza, ma sceglie di affezionarsi a un solo umano in particolare in base a quanta fiducia riuscirà a trasmettergli. Da lui riceverà le attenzioni e la sicurezza di cui ha bisogno: dunque lo sceglierà anche in base a quanto l’umano sarà in grado di soddisfare i suoi bisogni. Ma non bisogna generalizzare perché i gatti, così come gli umani, non sono tutti uguali.

LEGGI ANCHE: Quello che ama un gatto…

Come il gatto sceglie il suo padrone

Accertato che il gatto negli anni ha imparato a ‘tollerare’ la presenza umana e ha anche imparato ad affezionarsi a una persona, ecco in base a quali fondamentali caratteristiche sceglie il suo padrone. E’ bene approfondire che fin dai tempi antichi il gatto sceglie di vivere in un determinato territorio con un umano se e fino a quando quest’ultimo sarà in grado di garantirgli cibo, protezione e luoghi dove poter stare da solo. Da parte sua l’umano si è sempre accompagnato al gatto sfruttando la capacità dell’animale di tenere alla larga i roditori. Ma vi sono delle caratteristiche fisiche che fanno in modo che un gatto scelga un umano anziché un altro.

COMPORTAMENTO

E’ raro che un felino riesca ad affezionarsi ad una persona che alza la voce quando parla, o che si dimena per spiegare un concetto. Il gatto deve fidarsi della persona cui sceglie di affidarsi, quindi un umano agitato non gli trasmette la giusta fiducia. Anche se non diretti al gatto, questi gesti possono essere facilmente interpretati come una minaccia. Se invece il gatto entra in contatto con un umano calmo e il più delle volte sereno, sarà più semplice per lui aprirsi e affidarsi alle sue cure: motivo per cui spesso sono proprio i bambini a piacere di più ai gatti.

OLFATTO E VISTA

Un gatto sceglie in base anche in base a ciò che vede e sente: vi sono alcuni sensi dei gatti particolarmente sviluppati. Tra questi vi è di certo l’olfatto: in particolare ci sono alcuni odori che sono sempre tra le loro preferenze, e di certo possono anche essere odori umani. La vista è altrettanto importante per la scelta del padrone: avere atteggiamenti violenti o aggressivi potrebbe solo allontanare il nostro amico felino. Peggio ancora potrebbe spingerlo ad essere a sua volta aggressivo e minaccioso. Una volta entrato in confidenza con quella persona è in grado di percepirne lo stato d’animo: se vi capita un momento triste, di certo il vostro gatto saprà come farvi sentire meno soli.

Potrebbe interessarti anche: Il vostro gatto vi ama? Ecco i segni che ve lo dimostrano

F.C.

Quando un gatto ha scelto la sua persona è facile intuirlo da alcuni suoi atteggiamenti: il felino non vi lascerà mai soli e tenderà a passare in vostra compagnia quanto più tempo è possibile.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI