Home Gatti Il gatto ha paura dei suoi giocattoli: cosa è importante sapere

Il gatto ha paura dei suoi giocattoli: cosa è importante sapere

Il gatto ha paura dei suoi giocattoli e si allontana agitato ogni volta che gli si propone di giocare? Questo strano comportamento è comune nell’animale. Vediamo qual è il significato della sua curiosa reazione.

Il gatto ha paura dei suoi giocattoli
(Foto Pexels)

Che il micio abbia degli atteggiamenti curiosi, se non misteriosi, in diverse circostanze è cosa nota a tutti. Il suo carattere ribelle e difficile da domare fanno di lui una creatura profondamente istintiva, amante della libertà e dell’avventura. Nell’ambiente domestico questa sua indole viene fuori, prima o poi. Cosa possiamo pensare se il felino, ad esempio, iniziasse a temere di giocare? C’è una risposta anche a questo quesito. Vediamo, insieme, perché, a volte, il gatto ha paura dei suoi giocattoli e come intervenire per risolvere.

Il gatto ha paura dei suoi giocattoli: i vari motivi

Si tratta, forse, di uno dei comportamenti felini più bizzarri, considerando che micio adora giocare sia da solo che in compagnia del suo padrone umano. Cosa significa, quindi, quando il tenero pelosetto è spaventato dai suoi giocattoli e scappa via? É possibile trovare una spiegazione. Leggiamo meglio qui nell’articolo.

Il felino e la paura dei giochi
(Foto Pixabay)

Uno degli aspetti più belli della convivenza con un gatto è quella di trovarlo sempre pronto a interagire e a giocare entusiasta con noi. Ogni padrone di questo fantastico peloso sa bene quanto lui ami trascorrere buona parte del suo tempo a divertirsi con giochi stimolanti e creativi.

Quando un giorno come un altro proponiamo un giochino al nostro gatto e notiamo crescere in lui una strana paura e lo vediamo allontanarsi come se stesse vivendo un pericolo, ecco che ci stupiamo di un comportamento mai verificatosi prima.

Dietro questo gesto inaspettato si nasconde un problema ed è bene cercare di capire sin da subito la causa che lo porta a comportarsi così. Abituati ad avere in casa un felino super attivo che salta e corre ovunque ed è curioso di conoscere tutto, oggetti e persone, il suo rifiuto può essere motivato dal nostro proporci al gioco con lui in modo errato.

Micio e l’istinto di sopravvivenza

Probabilmente, al nostro micio non piace come ci predisponiamo per giocare insieme a lui. D’altronde, bisogna ricordare che il gatto è diverso dal cane anche nell’approccio al gioco. Micio, infatti, non sopporta che gli si agitino pupazzetti e giochini davanti agli occhi o sul musetto: sono gesti che possono confonderlo, agitarlo e renderlo aggressivo.

In pratica, il gatto non ha paura dei suoi giocattoli ma ha paura del modo in cui si interagisce con lui, il contatto ravvicinato e troppo veloce verso cui non ha il tempo di prepararsi e che gli fa credere di essere in una situazione di pericolo. Essendo un animale istintivo e sempre attento alla realtà che lo circonda, il gatto morde e graffia se pensa di essere in trappola, senza via d’uscita.

Un altro motivo della sua paura potrebbe risiedere nei giochi inadatti a lui. Molti gatti si spaventano facilmente con giochi che fanno troppo rumore, essendo l’udito del gatto particolarmente sensibile e sviluppato.

Piccoli giochi con campanellini e suoni leggeri, come lo squittio di un topo, sono perfetti per il peloso domestico. Suoni troppo alti e rumori forti possono causare uno stato di confusione mentale nel felino, che ne ha una percezione diversa.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto nasconde i giochi: cosa c’è da sapere su questo gesto

Il felino e il timore del gioco: consigli su come agire

Esistono dei semplici ma importanti accorgimenti che dobbiamo mettere in atto quando interagiamo con il felino di casa. Spesso, alcuni comportamenti strani del gatto sono causati da errori umani che si commettono senza volerlo. Perciò, vediamo come è meglio agire con il proprio peloso, evitando di farlo spaventare durante il gioco.

Il comportamento del gatto
(Foto Unsplash)

Per fare in modo di mettere a proprio agio il caro micio prima di iniziare a giocare alle attività che più lo entusiasmano, è opportuno sapere come muoversi per non sbagliare. La regola base è scegliere i giochi giusti per il suo carattere e per la sua natura istintiva: evitare giochi elettronici dai suoni troppo particolari e niente musiche che lui non può apprezzare.

Il momento del gioco insieme a noi deve essere piacevole e rilassante; micio non deve pensare di dover prestare attenzione anche ai gesti del suo padrone umano. Altro accorgimento fondamentale è quello di non guardare mai il gatto negli occhi.

Questo gesto di essere fissati, anche se da parte del suo padrone, può infastidirlo molto e farlo sentire minacciato. Il felino lo percepisce come una sfida, un attacco. Sentendosi osservato e aspettandosi un affronto, micio fa di tutto per difendersi, attaccando con morsi e graffi.

Il gatto ha paura dei giochi: tranquillizzare e divertirsi

É possibile calmare e far rilassare il proprio peloso durante il gioco, capendo che non bisogna mai costringerlo a fare qualcosa che a lui non piace. Evitare di forzarlo ad alcuni giochi, proponendogli alternative più alla sua portata e notare la sua reazione. Muoversi con calma verso di lui è l’approccio migliore: evitiamo di prenderlo in braccio se avvertiamo che è spaventato; sarà micio stesso a tornare da noi una volta calmatosi.

Il tono della voce è un altro mezzo da usare con intelligenza. Evitare di alzare troppo la voce e utilizzare, invece, un tono pacato e pacifico, ricordando di non sgridarlo mai per una cosa di cui non ha colpa, come un giocattolo che non gli piace.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ilaria G