Home Gatti Il gatto si spaventa del bambino: cosa è importante sapere

Il gatto si spaventa del bambino: cosa è importante sapere

Il gatto si spaventa del bambino? Una situazione spiacevole che ci può rattristare. Vediamo quali sono le ragioni per cui micio si comporta così e qual è la soluzione.

Il gatto si spaventa del bambino
(Foto Unsplash)

Un padrone di micio deve sapere che questo peloso è sempre vigile e sulla difensiva, anche nell’ambiente domestico. Il felino ama avere tutto sotto controllo e accertarsi che non ci sia nessun tipo di pericolo intorno a lui. Spesso, le sue paure sono generate da situazioni di stress o traumi vissuti ma non sempre è così. Vediamo, in questo articolo, perché il gatto si spaventa del bambino e come comportarsi per risolvere la triste situazione.

Il gatto si spaventa del bambino: le possibili ragioni

Si tratta di un comportamento abbastanza comune e per molti è inspiegabile. Perché mai il caro micio dovrebbe temere in presenza del suo piccolo e innocuo padroncino? Leggiamo, qui di seguito, quali sono le sue possibili motivazioni.

Il peloso teme il bambino
(Foto Pixabay)

Uno dei rapporti più belli è quello che si crea tra un micio e il bambino. Due creature diverse ma legate da un profondo affetto e dalla sincerità di sentimenti e intenzioni.

Avere un bambino e un gatto nella stessa casa è motivo di soddisfazione, perché difficilmente i due non vanno d’accordo.

L’entusiasmo e gli stimoli positivi da parte del bimbo possono andare incontro a quelli di cui ha bisogno il micio in casa.

La difficoltà di rapportarsi con il peloso nasce quando vive in una condizione di controllo continuo, una caratteristica importante della natura felina.

Spesso micio sembra riposare tranquillo nel suo angolino, mentre è attento, invece, che nessun pericolo si avvicini a lui. Questo può causare problemi nel rapporto col bambino.

Il bambino, spinto dalla curiosità e dalla voglia di conoscere e toccare tutto, si muove di continuo e compie gesti improvvisi.

Desideroso di coccole, carezze e felice di avere un compagno di giochi da poter frequentare, il bimbo cercherà un contatto fisso con il micio, che può interpretare male le sue intenzioni e spaventarsi.

Come capire se micio è spaventato

Il felino spaventato da qualcosa o qualcuno, in questo caso il bambino, assumerà un atteggiamento e uno sguardo che è bene memorizzare, per sapere quando è meglio lasciarlo in pace.

Innanzitutto, se il micio ha il dorso arcuato significa che ha molta paura ed è preferibile non avvicinarsi a lui. Il gatto teme per lui e potrebbe reagire male se si sente in trappola.

Il pelo ritto è un altro segnale della sua paura. Meglio ritornare da lui quando si sarà calmato. Anche il suo sguardo ci dice molto sulle sue emozioni: le pupille dilatate del gatto indicano attrazione verso qualcosa che vuole conoscere di più.

Infine, le orecchie appiattite rivelano che è infastidito da una presenza o da qualcosa nel contesto in cui si trova. Sarebbe il caso di evitare l’approccio e ritentare un’altra volta.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto ha paura dei suoi giocattoli: cosa è importante sapere

Il felino e la paura del bimbo: come risolvere il problema

La convivenza tra il gatto e il bambino può essere meravigliosa e senza spiacevoli incidenti. É importante conoscere i modi per abituare micio alla sua presenza e alla sua personalità, in modo tale da gestire il suo rapporto particolare e proteggere il bimbo. Vediamo come comportarsi a riguardo in casa.

Il comportamento del micio
(Foto Pixabay)

Se il gatto si spaventa del bambino e dei suoi modi bruschi e non attenti nei suoi confronti, basta imparare degli accorgimenti per far sì che i due interagiscono bene.

Il micio e il bambino devono conoscersi e avvicinarsi l’un l’altro piano piano. Un ottimo trucco consiste nell’avvicinare, dopo almeno i 6 mesi, il bimbo al felino, dimostrandogli che è una presenza positiva con cui poter convivere e giocare.

All’inizio, poi, è fondamentale mantenere una giusta distanza tra i due. Micio adora avere un suo angolo preferito in cui riposare da solo, così come la sua cuccia, da tenere sempre molto lontana dal bambino.

Il gatto si spaventa del bambino: rispettare la sua natura

Quando il bambino è pronto per essere avvicinato al peloso, è bene che lui possa sentirne l’odore. Con l’olfatto, il gatto conosce la creaturina e assimila le informazioni necessarie.

Può sembrare strano ma il felino è geloso dei suoi giochi e delle cose di sua proprietà. Facciamo in modo che il bambino non gli tolga ciò che è suo, perché potrebbe disturbarlo.

Trascorrere del buon tempo con micio, insieme al piccolo, fa sì che lui si abitui all’altro componente della famiglia: giocare e farlo sentire parte integrante, senza mai trascurarlo, può far sì che tutto ciò avvenga in breve tempo.

Il gatto si dimostrerà molto più tranquillo se verrà premiato con snack a lui graditi. Anche al peloso può fare piacere qualche vizio e si rilasserà come mai prima!

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.