Home Gatti Razze di gatti Gatto Lykoi: prezzo, cuccioli, carattere, cura, aspetto, alimentazione

Gatto Lykoi: prezzo, cuccioli, carattere, cura, aspetto, alimentazione

Scheda completa sul gatto Lykoi: tutto quello che c’è da sapere su questa incredibile razza di gatto che assomiglia a un lupo.

gatto lykoi
(Foto Instagram)

Signori e signore, ecco a voi il gatto Lykoi. Il suo aspetto è davvero inconfondibile, ma numerose altre caratteristiche rendono questa razza felina davvero affascinante e meritevole di un articolo completo sul suo conto, dove esplorare temperamento, salute, alimentazione, curiosità e tanto altro.

Informazioni generali sulla razza

Apriamo la nostra scheda completa sul gatto Lykoi con una carrellata di informazioni generali che lo riguardano.

mannaro
(Foto Instagram)
  • Soprannome: gatto mannaro
  • Origine: Stati Uniti
  • Vita media: 10-15 anni
  • Dimensioni: medie
  • Peso: 3-5 kg
  • Anallergico: no
  • Tendenza a fuggire: sì
  • Tendenza ad ingrassare: no
  • Tendenza a miagolare: no
  • Tendenza a soffrire la solitudine: no
  • Clima: si adatta bene a ogni tipo di clima
  • Compatibile con bambini: sì
  • Compatibile con altri animali: sì

Quanto costa un gatto Lykoi

Stai pensando di accogliere un gatto Lykoi nella tua casa e nel tuo cuore e desideri conoscere il prezzo di un esemplare di questa razza?

La cifra è compresa tra i 1000 e i 1500 euro. Nel caso della variante black brizzolata, però, il costo aumenta fino a 1800 euro.

Si tratta di somme molto elevate in virtù della rarità di questo felino. Per quanto riguarda le spese di mantenimento mensili, esse si aggirano intorno ai 30 euro.

Habitat e stile di vita ideale

Il gatto Lykoi è estremamente vitale, attivo ed energico. Per questo, è fondamentale che abbia a disposizione un’area in cui correre, giocare e arrampicarsi.

L’ideale sarebbe mettere a sua disposizione un ambiente all’aperto. Naturalmente, è necessario che la zona sia adeguatamente recintata e posta in sicurezza.

L’adozione di questo micio è consigliata sia a famiglie con bambini che a chi trascorre alcune ore fuori casa.

Infatti, si tratta di un pelosetto autonomo e indipendente, che non soffre la solitudine.

Origini e storia della razza

Da dove viene il gatto Lykoi e quali tappe hanno caratterizzato la storia di questa razza? Scopriamolo insieme.

mannaro
(Foto Instagram)

I primi esemplari di micio mannaro sono apparsi negli Stati Uniti, in Tennessee e Virginia, nel 2010. Quattro anni più tardi questi quattro zampe furono osservati anche in Italia, a Brescia.

La razza è davvero recente: il riconoscimento ufficiale, infatti, avvenne nel 2017.

Aspetto e caratteristiche fisiche

Non c’è dubbio che il gatto Lykoi sia un micio davvero particolare e magnetico: ecco cosa sapere sul suo peculiare aspetto.

lykoi
(Foto Instagram)

Corpo

Il Lykoi è un gatto di taglia media, con un peso compreso tra i 3 e i 4 kg e mezzo. La sua corporatura è atletica, sinuosa ed elegante.

Testa

Il musetto degli esemplari di questa razza è appuntito, mentre la testa è di forma triangolare.

Dal capo spuntano le orecchie, dritte e ampie. Gli occhi di questo micio sono grandi e gialli. La loro tonalità diventa via via più intensa durante la crescita di questo pelosetto.

Manto

Il mantello del gatto Lykoi è senza dubbio la caratteristica che rende gli esemplar di questa razza davvero inconfondibile. Infatti, la consistenza della pelliccia è ispida e ricorda quella di un opossum.

Il micio mannaro è completamente privo di sottopelo e ricoperto da un rado manto.

Alcuni studi hanno scoperto che la ragione di un mantello tanto peculiare dipende dall’assenza delle componenti necessarie per la crescita del pelo all’interno dei follicoli piliferi.

Zampe

Le zampe del gatto Lykoi sono muscolose, atletiche e ben proporzionate rispetto al resto del corpo.

Carattere del gatto Lykoi

Oltre ad un aspetto particolare, il gatto Lykoi ha in serbo un temperamento dolce e affettuoso.

lykoi
(Foto Instagram)

Nonostante il suo aspetto simile a quello di un lupo mannaro possa generare un’iniziale timore, infatti, gli esemplari di questa razza sono estremamente devoti e affezionati nei confronti della propria famiglia.

Socievoli e giocherelloni, si rivelano quattro zampe estremamente intelligenti e facili da addestrare.

Compatibilità con bambini e altri animali

Vista la loro indole amichevole, questi pelosetti sono dei perfetti compagni di giochi per i più piccoli, a patto che venga insegnato ai bambini a relazionarsi in maniera rispettosa nei confronti del micio.

Il gatto Lykoi è adatto anche alla convivenza con altri animali. Infatti, si tratta di un quattro zampe che preferisce di gran lunga la compagnia alla solitudine.

Salute e cura del gatto Lykoi

Gli esemplari di questa razza sono tendenzialmente sani e robusti.

veterinario
(Foto Pixabay)

La mutazione genetica che causa la comparsa del peculiare mantello, infatti, non è responsabili di particolari malattie comuni nel gatto Lykoi.

In ogni caso, i mici mannari possono essere colpiti da qualsiasi patologia che interessa ogni altro componente della loro specie. Tra queste rientrano:

  • Gengivite;
  • Parodontite;
  • Allergia;
  • Sovrappeso;
  • Disturbi cutanei;
  • Asma;
  • FeLV;
  • FIP.

Come prendersi cura del gatto Lykoi? Si consiglia di spazzolare 2-3 volte a settimana il pelo del micio.

Nonostante il mantello rado, infatti, questo quattro zampe apprezza le sedute di spazzolatura, che costituiscono un piacevole momento durante il quale si consolida il rapporto di affetto reciproco con il suo umano del cuore.

Alimentazione ideale

Cosa dare da mangiare al gatto Lykoi per far sì che questo micio sia sempre forte e in salute?

Croccantini nella ciotola per cani (Foto Pixabay)
(Foto Pixabay)

La dieta di questo quattro zampe deve essere basata principalmente sull’apporto di proteine di origine animale.

Infatti, si tratta di un carnivoro obbligato che necessita di assumere dal cibo vitamine e nutrienti essenziali che il suo organismo non è in grado di produrre in maniera autonoma.

Tra i cibi che non possono mancare nella sua alimentazione ci sono: pollo, manzo, tacchino, spigola, alici e salmone.

Riproduzione e cuccioli

Desideri far accoppiare il tuo gatto Lykoi? Ecco cosa sapere su riproduzione e cuccioli della razza.

Lykoi
(Foto Pinterest)

L’accoppiamento consentito dallo standard è esclusivamente tra membri della stessa razza, in modo che i cuccioli mantengano il caratteristico pelo che contraddistingue il micio mannaro.

La gestazione delle gatte ha una durata compresa tra i 63 e i 68 giorni, al termine dei quali vengono alla luce 3-5 gattini.

Nomi per il tuo gatto Lykoi

Hai deciso di adottare un gatto Lykoi? Tra le prime decisioni da prendere c’è il nome per il tuo nuovo amico a quattro zampe.

lykoi
(Foto Instagram)

Come scegliere l’appellativo più adatto? In primo luogo, punta tutto su una peculiarità del micio che lo rende speciale ai tuoi occhi. Che si tratti di una caratteristica fisica o un tratto caratteriale poco importa.

In questo modo, il nome rifletterà l’unicità del tuo pelosetto. In secondo luogo, cerca di agevolare la comprensione e la memorizzazione del quattro zampe, scegliendo parole brevi e composte dalla ripetizione di suoni simili o uguali tra loro.

Tra gli appellativi più gettonati per il gatto Lykoi ci sono:

  • Maschi: Nerino e Lupetto;
  • Femmine: Bella e Blackie.

Curiosità sul gatto Lykoi

Infine, chiudiamo la nostra scheda completa con una carrellata di curiosità sul gatto Lykoi.

Lykoi gatto razza lupo
(Foto Pinterest)
  • Gli esemplari di questa razza sono incredibilmente rari. Basti pensare, infatti, che al mondo esistono solo 25 allevamenti riconosciuti, di cui solamente 4 si trovano nel nostro continente;
  • A cosa si deve il peculiare mantello del micio mannaro? Esso è frutto di una mutazione naturale che colpisce i gatti domestici a pelo corto;
  • Il nome della razza fa riferimento al particolare aspetto di questo quattro zampe, che ricorda quello del licantropo.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Laura Bellucci