Home Gatti Salute dei Gatti Cura del Manx: spazzolatura del pelo, bagnetto, pulizia, taglio delle unghie

Cura del Manx: spazzolatura del pelo, bagnetto, pulizia, taglio delle unghie

Come prendersi cura al meglio del Manx? Ecco tutto quello che c’è da sapere su igiene e pulizia degli esemplari di questa razza.

cura manx
(Foto Instagram)

Occuparsi della pulizia del nostro pelosetto è fondamentale per assicurarci che il micio si mantenga forte e in salute. Scopriamo insieme come prenderci cura del Manx, tra suggerimenti sull’igiene del gatto, informazioni sulla spazzolatura del mantello e consigli di bellezza.

Cura del pelo del Manx: spazzolatura e bagnetto

Prendersi cura del manto del Manx non è impegnativo. Infatti, gli esemplari di questa razza tendono a perdere poco pelo.

manx gatto
(Foto Instagram)

Per questo, è sufficiente spazzolarli 2-3 volte a settimana, aumentando la frequenza nei periodi di muta del pelo.

Si tratta di un’operazione fondamentale, che ci permette di eliminare lo strato di pelo morto, oltre che sciogliere eventuali nodi ed evitare la formazione di boli nello stomaco del micio.

Inoltre, durante la spazzolatura del gatto abbiamo la possibilità di ispezionare la sua cute, alla ricerca della presenza di eventuali infestazioni da parassiti.

Lo strumento ideale da utilizzare è una spazzola dalle setole morbide e corte, con cui spazzolare il mantello sia nella direzione in cui cresce il pelo che contropelo.

Per contribuire a rendere il manto del micio lucente e morbido, è fondamentale curare la sua dieta. Vuoi scoprire tutto quello che c’è da sapere sull’alimentazione del Manx? Consulta questo articolo.

Fare il bagnetto al gatto sì o no? Tendenzialmente non ce n’è bisogno: i felini sono animali estremamente puliti e attenti alla propria igiene.

In alcune situazioni, però, potrebbero aver bisogno di una “zampa”. In particolare, qualora si tratti di un micio anziano o che sia reduce da una lunga malattia.

In questo caso, è fondamentale utilizzare prodotti specifici per la pelle del gatto, assicurarsi che l’acqua sia tiepida e asciugare completamente il micio una volta terminata l’operazione.

Potrebbe interessarti anche: Come tagliare le unghie al gatto: passaggi da seguire e consigli

Pulizia di occhi, orecchie, denti e unghie

Infine, non ci resta che scoprire come prenderci cura di occhi, orecchie, denti e unghie del Manx.

manx gatto
(Foto Instagram)

Ispezionare regolarmente occhi e orecchie del micio è consigliato per individuare e rimuovere la presenza di incrostazioni e accumuli di secrezione.

Per eliminarli, basterà avvalersi di una garza leggermente inumidita in acqua calda, con cui massaggiare orecchie e occhietti del gatto.

La cura dell’igiene orale del Manx è indispensabile per evitare l’insorgenza di patologie come gengivite e stomatite.

Per questo, è necessario rimuovere tartaro e placca dalla dentatura del felino. Come fare? Ci si potrà avvalere di spazzolino e dentifricio per il gatto, oppure a creme spalmabili igienizzanti da distribuire sui denti.

Potrebbe interessarti anche: Alito cattivo nel gatto: cause, rimedi e prevenzione per i denti del micio

Tagliare le unghie al gatto è una buona idea? Non sempre si tratta di un’operazione necessaria e raccomandabile.

Infatti, se il nostro amico a quattro zampe è giovane e attivo, provvederà da sé ad affilare regolarmente i suoi artigli. Al contrario, nel caso di un esemplare anziano, pigro e dallo stile di vita sedentario, sarà necessario intervenire spuntando le unghie.

Come fare? Servendosi di un apposito tagliaunghie e rimuovendo esclusivamente la parte non vascolarizzata dell’artiglio, che risulta più chiara.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Laura Bellucci