Home Gatti Salute dei Gatti Cura dello Scottish Fold: spazzolatura, bagnetto e consigli di bellezza

Cura dello Scottish Fold: spazzolatura, bagnetto e consigli di bellezza

Ecco tutti i consigli da mettere in pratica per prendersi cura al meglio dello Scottish Fold e far sì che il micio sia pulito e in salute.

cura scottish fold
(Foto Adobe Stock)

Occuparsi della cura del proprio amico a quattro zampe non è una mera questione estetica. Infatti, piccole azioni quotidiane come la spazzolatura del mantello sono fondamentali per garantire benessere e serenità al nostro amato pelosetto. In questo articolo scopriamo insieme come prenderci cura dello Sottish Fold, dal bagnetto al taglio delle unghie.

Cura dello Scottish Fold: spazzolatura e bagnetto

Per prenderci cura al meglio dello Scottish Fold è essenziale occuparci della sua pelliccia.

I gatti più ricchi del mondo: gli Scottish Fold di Taylor Swift
(Foto Pixabay)

Il manto di questo micio è fitto e corto. Tendenzialmente, gli esemplari di questa razza tendono a perdere poco pelo; per questo, è sufficiente spazzolarli 2-3 volte a settimana.

Nel periodo di muta si consiglia di aumentare la frequenza, compiendo questa operazione giornalmente.

In questo modo, eviterai che possano formarsi nodi o dannosi boli di pelo nello stomaco del gatto. Inoltre, potrai ispezionare la sua cute, per individuare tempestivamente infestazioni parassitarie o irritazioni.

Naturalmente, non dimenticare di applicare un antiparassitario per proteggere il micio da pulci e zecche. Vuoi rendere la pelliccia del tuo amico a quattro zampe davvero splendida e lucente?

In primis, pianifica con cura la sua dieta. Per sapere qual è l’alimentazione ideale dello Scottish Fold, consulta questo articolo.

Inoltre, un piccolo trucco per rendere il mantello dello Scottish Fold davvero scintillante consiste nel tamponarlo con una soluzione a base di acqua e aceto.

Lavare lo Scottish Fold sì o no?

Fare il bagnetto al gatto è davvero necessario? In linea di massima no: i felini domestici sono animali molto scrupolosi e attenti alla propria igiene personale.

Gatti che amano le coccole
(Foto Unsplash)

In alcuni casi, tuttavia, potrebbe dover essere necessario lavare il quattro zampe. Ad esempio, qualora si tratti di un micio molto anziano, oppure nel caso in cui il pelosetto sia reduce da una lunga e debilitante malattia.

Come fare il bagnetto al micio? Fai attenzione alla temperatura dell’acqua: assicurati che sia tiepida e piacevole. Utilizza esclusivamente detergenti formulati per la cute del gatto, che non rischino di causare irritazioni e allergie.

Dopo aver lavato il felino, asciugalo completamente per evitare che possa prendere freddo e ammalarsi.

Se non ha paura, puoi ricorrere al phon, impiegato a debita distanza per evitare ustioni e scottature. Altrimenti, tampona delicatamente il pelo del gatto con un asciugamano.

Potrebbe interessarti anche: Bagnetto al gatto: quando è necessario farlo e come lavarlo nel modo migliore-VIDEO

Pulizia di denti e unghie

Infine, ecco le altre indispensabili informazioni da conoscere su cura e pulizia dello Scottish Fold.

gatto scottish fold
(Foto Adobe Stock)

Prima di tutto, occuparsi dell’igiene orale del proprio amico a quattro zampe è importantissimo. L’accumulo di placca e batteri, infatti, potrebbe determinare la comparsa di patologie come gengivite e stomatite.

Per questo, si consiglia di pulire i denti del micio ogni giorno. Come? Ricorrendo a spazzolino e dentifricio per gatto, o distribuendo sulla sua dentatura delle creme spalmabili igienizzanti, disponibili nei negozi specializzati.

Ti stai chiedendo se sia sempre necessario tagliare le unghie al felino? In linea di massima no: i gatti tendono ad affilare i propri artigli da sé.

Nel caso in cui il tuo amico a quattro zampe sia anziano e svolga una vita particolarmente sedentaria, tuttavia, potrebbe essere utile spuntare le sue unghie.

Per farlo, ti basterà premere leggermente sulla zampa dell’animale, facendo fuoriuscire completamente gli artigli. Dopodiché, dovrai rimuovere esclusivamente la piccola porzione bianca dell’unghia.

Fai attenzione a non tagliare troppo per evitare di ferire il gatto. Se pensi di non essere in grado, rivolgiti a dei professionisti che possano farlo al posto tuo.

Potrebbe interessarti anche: Come scegliere il tagliaunghie per il gatto: come funzionano i vari modelli

Cura di orecchie e occhi dello Scottish Fold

Infine, non ci resta che scoprire come prenderci cura di occhi e orecchie dello Scottish Fold.

scottish fold
(Foto Unsplash)

Fondamentale, soprattutto nel caso delle orecchie del micio, è la rimozione delle secrezioni in eccesso.

Vista la loro forma peculiare, infatti, esse tendono a produrre grandi quantità di cerume.

Per questo, è indispensabile ispezionarle e pulirle giornalmente, mediante una garza strizzata in acqua tiepida o apposite soluzioni disponibili in commercio.

In ogni caso, l’utilizzo di cotton fioc è categoricamente sconsigliato: sono molto pericolosi e potrebbero danneggiare accidentalmente l’udito del micio.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Laura Bellucci