Home Gatti Salute dei Gatti Encefalopatia epatica gatto: quali sono le cause, come individuarla, come si cura

Encefalopatia epatica gatto: quali sono le cause, come individuarla, come si cura

L’encefalopatia epatica è una grave patologia che può colpire il fegato, mettendo a repentaglio la vita del gatto: scopriamo tutto quello che c’è da sapere su questa malattia.

encefalopatia epatica gatto
(Foto Adobe Stock)

L’encefalopatia epatica nel gatto causa un anomalia nel metabolismo dell’animale. Il fegato, infatti, non è in grado di eliminare sostanze tossiche per l’organismo del micio, che vengono riassorbite dall’intestino. Da cosa è causata, quali sono i sintomi e come viene diagnosticata e curata? Rispondiamo insieme a queste domande.

Encefalopatia epatica nel gatto: cos’è e quali sono le cause

Come abbiamo visto, quando il gatto è affetto da encefalopatia epatica non è in grado di smaltire le sostanze tossiche.

Tumore al fegato nel gatto
(Foto Adobe Stock)

Esse, quindi, entrano nuovamente in circolo nel suo organismo attraverso l’intestino, aumentano a livello ematico e attaccano la corteccia cerebrale. Sfortunatamente, ad oggi le cause di questa malattia non sono note.

Le tossine gastrointestinali si originano dalla digestione batterica delle proteine e dei loro sottoprodotti. Tra queste, la più comune è rappresentata dall’ammoniaca.

Generalmente, si tratta di una condizione cronica non risolutiva. In alcuni casi, però, il micio può essere preda di una crisi acuta, dovuta a:

  • Disidratazione;
  • Stipsi;
  • Assunzione di farmaci;
  • Infezioni;
  • Emorragia gastrointestinale;
  • Abbondante pasto a base di proteine.

Potrebbe interessarti anche: Tumore al fegato nel gatto: sintomi e rimedi della patologia

Segni clinici della malattia: come individuarla

L’encefalopatia epatica è una condizione che può mettere in grave pericolo la vita del gatto.

gatto malato
(Foto Adobe Stock)

Per questo, individuarla in tempo è fondamentale per assicurare il benessere del nostro amico a quattro zampe. Come si manifesta tale malattia? I principali sintomi presentati dall’animale sono disturbi del comportamento e problemi neurologici:

  • Agitazione;
  • Aggressività;
  • Head-pressing, ovvero quando il micio preme la testa contro il muro o un altro oggetto, senza alcun motivo apparente che possa spiegare il suo atteggiamento;
  • Circling, ossia quando il gatto gira in tondo;
  • Tremore;
  • Perdita di coordinazione nel gatto;
  • Salivazione eccessiva;
  • Perdita della vista.

Tra gli altri segnali spia di un malfunzionamento del fegato, ci sono l’aumento della minzione e della sete, oltre che la presenza di sangue nel vomito e nelle feci. Il micio, infatti, potrebbe presentare disturbi di coagulazione sanguigna.

Qualora il gatto manifesti uno o più sintomi precedentemente elencati, il miglior consiglio è quello di rivolgersi al veterinario, che potrà confermare la diagnosi o individuare la presenza di malattie con sintomatologia simile.

Per scoprire come viene diagnosticata l’encefalopatia epatica e a quali trattamenti sottoporre il gatto, clicca su SUCCESSIVO