Home Gatti Salute dei Gatti Il gatto non beve o beve poco: i motivi e cosa fare

Il gatto non beve o beve poco: i motivi e cosa fare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:01
CONDIVIDI

Sei preoccupato perché il tuo gatto non beve come al solito o ha diminuito drasticamente la quantità di acqua giornaliera? Scopri i possibili motivi e come invogliarlo a riprendere a bere.

gatto non beve o beve poco
Gatto non beve o beve poco: cosa fare (Foto Adobe Stock)

Generalmente i gatti che godono di un buono stato di salute si regolano in modo del tutto autonomo per l’assunzione di acqua durante la giornata assumendo la quantità necessaria al proprio fabbisogno. Ma se sei capitato qui, a leggere questo articolo, è molto probabile che il tuo amico felino abbia smesso di bere oppure hai notato che in questo periodo sta bevendo meno. L’assunzione di acqua è fondamentale per Micio, esattamente come lo è per l’essere umano; bere acqua permette infatti di prevenire la disidratazione e le conseguenze dannose che ne derivano. Puoi indurre il felino a bere di più seguendo alcuni semplici accorgimenti.

Potrebbe interessarti anche: Quanta acqua deve bere il gatto ogni giorno? Quantità e come regolarsi

Aiuto, il mio gatto non beve! Alcuni trucchi per invogliarlo a idratarsi di più

gatto beve acqua
Il gatto e il rubinetto (Foto iStock)

Dove posizionare l’acqua: questa dovrebbe essere posizionata in ciotole lontane da quelle del cibo. Metti i recipienti di acqua lungo i percorsi che Micio adora seguire per casa oppure nei pressi dei suoi luoghi preferiti (vicino al divano o al davanzale, nei pressi della sua pianta preferita etc). Non mettere la ciotola nei pressi della lettiera.

Fresca e pulita: i gatti sono animali molto puliti e detestano trovare l’acqua stagnante e calda, questo potrebbe disincentivarli dal bere. Dovrai cambiare l’acqua di Micio molto spesso in modo che sia sempre fresca e pulita specie nei periodi più caldi dell’anno.

Usa dei cubetti di ghiaccio: i gatti preferiscono bere acqua fredda o tiepida, alcuni preferiscono anche quella calda altri amano avere dei cubetti di ghiaccio nell’acqua. Prova a mettere dei cubetti nella ciotola dell’acqua e osserva la reazione di Micio; se sei fortunato questo trucco incoraggerà Micio a bere di più.

Le ciotole: evita i contenitori in plastica; potrebbero trattenere e assorbire i detersivi che si usano per lavarla e sprigionare un odore molto fastidioso per il sensibile olfatto del gatto. Opta invece per contenitori e vaschette di vetro o ceramica. E’ preferibile inoltre non usare le stesse ciotole per l’acqua dei vari gatti di casa. Puoi anche usare un trucchetto per stimolarlo. Prendi un piattino o un bicchiere nuovo per Micio, riempilo di acqua e tienilo tra le tue mani invitando Micio a bere insieme a te.

Piccola fonte: forse anche il tuo gatto (come tanti altri) adora il rubinetto e l’acqua che scorre pulita e fresca. Puoi comprargli una piccola fonte, anche sul web se ne possono trovare diversi tipi e per tutti i portafogli. Se l’opzione è troppo dispendiosa allora potrai far bere Micio direttamente dal rubinetto almeno un paio di volte al giorno.

Alimentazione: una certa quantità d’acqua è contenuta negli alimenti che il gatto mangia giornalmente, soprattutto quelli umidi. Se il gatto continua a non bere o a bere poco consulta il veterinario; potrebbe consigliarti (se l’animale è in salute e non ha altri problemi) di dare due o tre volte al giorno il cibo umido al gatto lasciando sempre del cibo secco a disposizione.

S.C.