Home Gatti Salute dei Gatti Muco nelle feci del gatto: cause, sintomi, cura della malattia

Muco nelle feci del gatto: cause, sintomi, cura della malattia

Muco nelle feci del gatto? Un problema che va approfondito il prima possibile. Vediamo, insieme, le cause scatenanti, i sintomi tipici e la cura prevista.

Muco nelle feci del gatto
(Foto Unsplash)

Dare benessere e salute completa al proprio felino domestico è il primo obiettivo di ogni padrone. Per verificare la condizione di micio, occorre osservare bene il suo aspetto e i suoi comportamenti, così è possibile capire se qualcosa non va. Vediamo, allora, cosa significa il muco nelle feci del gatto e come intervenire a riguardo.

Muco nelle feci del gatto: cause principali e sintomi tipici

Parliamo di uno dei disturbi più comuni nel gatto domestico, che può essere indice di diversi problemi in lui. Vediamo, nello specifico, le cause scatenanti e i sintomi che si manifestano.

Il muco nelle feci del peloso
(Foto Pexels)

Stare insieme al proprio micio domestico significa anche osservarlo bene nella sua quotidianità e accorgersi di eventuali disagi o problemi fisici.

Micio può soffrire di qualche disturbo e non è facile accorgersene subito, per cui è importante notare comportamenti anomali, diversi dal solito, o differenze nei suoi bisogni.

Ad esempio, le feci del felino ci possono dire moltissimo sul suo stato di salute. Per essere in buona salute, il micio deve avere una certa consistenza delle feci, a forma di sigaro o salsicciotto, con un colore marrone scuro, facili da raccogliere nella lettiera.

Può accadere, invece, di trovare muco nelle feci del gatto. Cosa sta ad indicare questa strana presenza? Conosciuta come mucorrea, questa può colpire i mici di ogni età e, di solito, dopo una forte diarrea.

Il muco che compare nelle feci dell’animale ha un colore biancastro o giallo, presente nel suo intestino e con la funzione di lubrificare il colon. Se è presente nelle feci, può significare una infiammazione intestinale. o un disturbo dell’assorbimento.

Oltre ad una infezione intestinale, ecco le cause principali di muco nelle feci del gatto:

I sintomi tipici

Un gatto che soffre di muco nelle feci tende a soffrire anche di letargia e presenterà i sintomi molto evidenti per noi. Le feci appaiono non compatte e maleodoranti, con muco ben visibile.

Dobbiamo sapere che, se il micio defeca più di tre volte al giorno, con una quantità abbondante, è un altro sintomo di un problema profondo, poiché potrebbero esserci, nelle feci, scarti di cibo non digerito.

Potrebbe interessarti anche: Sangue nelle feci del gatto: cause e cosa fare per rimediare

Il felino e le feci alterate: come intervenire

In presenza di muco nelle feci alterate del micio, occorrerà analizzarle e capire la causa scatenante con il proprio veterinario. In base ad essa, si potrà intervenire con la cura più adeguata. Leggiamo meglio qui di seguito.

La malattia nel felino
(Foto Pixabay)

L’alterazione delle feci del felino non va assolutamente trattata con sufficienza, anzi. É molto importante avvertire subito il medico veterinario per sapere come affrontare il problema.

Una volta portato il micio dal veterinario, esso verrà sottoposto ad una serie di esami, tra cui le analisi delle feci, per scoprire qual è stata la causa precisa del disturbo.

La mucorrea, come abbiamo visto, può essere attribuita a diversi problemi. In caso di intolleranza alimentare, si potrà modificare la sua alimentazione, tendendola più leggera, con il consiglio di evitare i latticini e preferire riso, avena e carni bianche.

Qualora la causa sia la diarrea, bisognerà ristabilire la flora intestinale, con l’utilizzo di probiotici e fermenti lattici.

Per la disidratazione nel gatto, invece, micio potrà fare un ciclo di fluidoterapia oppure assumere molti più liquidi per via orale.

Se la causa scatenante di muco nelle feci sono i parassiti intestinali, infine, il veterinario indicherà una terapia di farmaci per combatterli ed eliminarli.

Muco nelle feci del gatto: fare prevenzione

Si consiglia di effettuare con regolarità gli esami delle feci per il proprio felini, perché in questo modo è possibile verificare la presenza di parassiti o irregolarità dell’intestino.

Il veterinario di fiducia potrà, inoltre, effettuare la sverminazione regolare (due o tre volte l’anno) per il felino che ha l’abitudine di fare i suoi bisognini fuori casa.

Controllare la lettiera e i suoi bisognini con costanza è un metodo giusto per capire se la sua dieta è corretta o se occorre cambiarla, inserendo dei cibi specifici.

Ricordiamo, poi, che l’assunzione di molta acqua e uno stile di vita sano sono fondamentali per farlo vivere bene e a lungo.