Home Curiosita Esiste un test di fertilità per il gatto? I metodi per capire...

Esiste un test di fertilità per il gatto? I metodi per capire se il felino non può procreare

Esistono in commercio dei test di fertilità per il gatto? E se sì, come funzionano? I risultati sono attendibili? Ecco tutto quello che occorre sapere.

Esiste un test di fertilità per il gatto?
(Foto Adobe Stock)

Se la nostra gatta non rimane incinta potrebbe non essere fertile; oppure, a non essere fertile, potrebbe essere il maschio con cui si è accoppiata. Difficile capire senza un test di fertilità per il gatto quale sia la reale ragione del mancato concepimento. Ma tali test esistono in commercio? E se sì, come funzionano? Scopriamone di più sull’argomento.

Test di fertilità per il gatto

Sono molte le persone che, prima di sterilizzare la gatta, decidono di allargare la propria famiglia di pelosetti, facendole affrontare una gravidanza. Ma se la dolce attesa non si concretizza, allora, molto probabilmente, si prospetta un problema medico.

gatto calico tricolore
(Foto Pixabay)

Tolte le ragioni dovute all’età (la gatta è troppo giovane o troppo vecchia per procreare) una delle cause più papabili potrebbe essere l’infertilità dell’animale; ovviamente sia della femmina che del maschio. Ma esiste un test di infertilità del gatto che consenta di scoprire il disturbo?

In realtà non esistono; o almeno, non sono disponibili in commercio. Insomma, occorre necessariamente recarsi dal veterinario per avere la risposta definitiva il proprio quesito.

I test varieranno a seconda del sesso dell’animale: ad esempio nel maschio il professionista analizzerà il seme dell’animale ed il livello di testosterone; esami che, ovviamente, non possono essere condotti su un esemplare di sesso femminile, a cui sono dedicati altre specifiche analisi.

Potrebbe interessarti anche: Le differenze tra gatto intero e gatto castrato: vantaggi e svantaggi della castrazione

Metodi per capire se il felino non è fertile

Accertato che non esiste in commercio alcun test di fertilità per il gatto, è dunque escluso che non si possa comprendere che l’animale non si in grado di procreare?

Il gatto nell'anagrafe degli animali d'affezione in Calabria
(Foto Adobe Stock)

In realtà non è proprio così. Ed una mano può darcela il colore del pelo dell’animale. Ad esempio i gatti maschi tricolori (sul punto può interessare la lettura di La sindrome di Klinefelter nei gatti: che cos’è il gatto calico), rarissimi, sono sterili.

Potrebbe interessarti anche: Le malattie più comuni del vostro gatto: quali sono e come riconoscere i sintomi

Tuttavia attenzione alla terminologia: sterilità e infertilità sono cose differenti. La prima indica una condizione genetica od una condizione patologica permanente, che rende irreversibile la condizione dell’animale.

L’infertilità, al contrario, indica invece una causa che normalmente è reversibile; ma che può essere accertata soltanto con l’ausilio del veterinario.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

A. S.