Home News Accesso vietato a una donna in difficoltà: il motivo del divieto lascia...

Accesso vietato a una donna in difficoltà: il motivo del divieto lascia senza parole

Ad una donna in difficoltà è stato vietato l’accesso ad un negozio e il motivo ha lasciato senza parole i presenti che hanno assistito alla scena.

vietato accesso donna cieca
Vietato accesso (Unsplash)

Ad una donna è stato vietato di entrare in un negozio per un motivo assurdo. La donna stava entrando nel supermercato insieme al marito ma è stata immediatamente fermata. Ad intervenire sul luogo sono stati anche l’amministrazione comunale e i carabinieri che si sono scusati per l’accaduto assurdo e hanno espresso solidarietà alla donna. La vicenda è avvenuta presso il supermercato di Pontecorvo (Frosinone).

Donna in difficoltà: vietato l’accesso per motivo assurdo

Cane guida per ciechi
Cane guida per ciechi (Pexels)

La donna di 35 anni si è recata insieme al marito presso il supermercato di Pontecorvo e appena messo piede nella struttura la responsabile si è subito diretta da lei per imporle di uscire dal negozio a causa della presenza del suo cane guida, in quanto la donna è non vedente. Al ché la donna ha cercato di spiegare la situazione e che si trattava di un cane guida ma le spiegazioni non sono servite a nulla ed è stata costretta a lasciare la struttura.

Ti potrebbe interessare anche >>> Legati da un’unica realtà: un’amicizia incredibile tra una donna e un cane – VIDEO

Una situazione che ha lasciato senza parole chi è stato testimone della vicenda. La donna non ha avuto scelta se non chiamare le forze dell’ordine di Compagnia di Pontecorvo per spiegare quanto successo e subito si sono precipitati sulla scena. Il responsabile del turno successivo, visto che all’arrivo dei militari quello precedente non era più presente, ha chiesto scusa alla donna e fatto riferimento ad un terribile malinteso. La donna e il marito erano basiti da quanto successo, lasciata fuori perché con lei c’era il suo cane da supporto e le scuse erano il minimo che potessero ricevere.

Ti potrebbe interessare anche >>> Il gattino Tronky è stupendo oltre ad essere molto buffo

Il fatto è stato di rilievo e ha visto l’intervento anche dell’amministrazione comunale, in particolar modo del sindaco Anselmo Rotondo e dell’assessore Annagrazia. I due funzionari hanno espresso solidarietà alla donna e hanno condannato categoricamente l’accaduto. “Abbiamo appreso che c’è stato un episodio di discriminazione ai danni di una donna non vedente, che le è stato impedito di entrare con il suo cane guida nel noto supermercato. Esprimiamo la nostra più totale vicinanza alla donna. Siamo rammaricati, la nostra comunità è accogliente e inclusiva: speriamo che episodi del genere non accadano più“.