Home News Anche l’Oipa preoccupata per la guerra in Ucraina: Servono aiuti

Anche l’Oipa preoccupata per la guerra in Ucraina: Servono aiuti

Come si sa la guerra non risparmia nessuno e tutti gli animali dell’Ucraina sono infatti in pericolo, con loro anche tutti i volontari che ogni giorno da anni si prodigano per aiutare tutti gli animali del paese.

(Foto Oipa)
(Foto Oipa)

Come era stato raccontato precedentemente da un noto animalista originario dell’Italia che si è stabilito a Kiev, infatti gli animali in Ucraina non hanno sempre avuto vita facile e ora con l’invasione della Russia la situazione non è di certo migliorata.

Sono moltissime le persone che fuggendo dal paese hanno portato con se i propri animali domestici e sono moltissimi anche quelli che non sono riusciti a fuggire dagli attacchi della Russia.

Potrebbe interessati anche: Ucraina la guerra devasta la fauna selvatica: tutti sono in pericolo

Oipa cerca di aiutare tutti gli animali e i volontari dell’ucraina

Gatti terrorizzati dopo l’esplosione di una bomba (Foto Facebook)

Attualmente non è noto il numero di vittime che la guerra ha già mietuto tra militari e civili quello che è certamente chiaro è che persone e animali innocenti stanno cercando di fuggire dalla propria patria per mettersi in salvo e cercare di non morire.

Oipa International attualmente secondo un comunicato stampa ha riferito di essere in contatto con alcune leghe-membro in Ucraina, come  Kspa Lucky Strand, che ha riferito che i volontari stanno combattendo con tutte le loro forze per salvare gli animali ma hanno bisogno di aiuto, non solo cani e gatti ma per tutti gli animali e per tutti i volontari che colpiti dal conflitto si sono ritrovati senza casa.

Sembra che per aiutare ulteriormente le persone coinvolte nella guerra siano stati aperti dei bunker per consentire alle famiglie i trovare riparo, mentre per chi ha un animale domestico può rifugiarsi nelle metropolitane o in luoghi dove è concesso portare con se animali, l’importante è che ogni cane  sia  provvisto di museruola data la moltitudine di persone con altri cani, mentre per chi possiede un gatto sarà accettato, per lo stesso motivo, solo se provvisto di trasportino nel quale ovviamente dovrà essere chiuso.

In una dichiarazione Valentina Bagnato, responsabile Relazioni internazionali di Oipa International ha infatti affermato :

A Kiev, dove opera questa associazione, vi sono lunghe file davanti alle banche e ai negozi e i volontari di Lucky Strand ci hanno comunicato che non hanno avuto il tempo di fare scorte di cibo e non sanno se avranno bisogno di luoghi dove trasferire gli animali che gestiscono. Tutto dipenderà da quel che accadrà nelle prossime ore”

“Siamo in attesa di ulteriori notizie anche dalle altre nostre leghe-membro in Ucraina. Chi volesse aiutare i volontari e gli animali in Ucraina può mettersi in contatto con noi che faremo da tramite con le nostre associazioni locali”.

Tutti restano con la  speranza che tutto posso risolversi e che si opti per una via diplomatica, mettendo da parte finalmente le armi. Intanto i volontari Ucraini sono in cerca di aiuto per la popolazione e per gli animali rimasti senza nessuno che possa aiutarli.