Home News Bambino sfama randagio per strada e commuove la rete

Bambino sfama randagio per strada e commuove la rete

CONDIVIDI
bambino cani
Bambino si occupa dei randagi

Bambino condivide il cibo del suo cane con i randagi

Un video simpaticissimo di un bambino che mostra compassione nei riguardi di un cane randagio all’esterno del cancello del suo giardino di casa.
Il bambino sta dando da mangiare al proprio cane e quando vede l’altro animale affamato che si affaccia dalla ringhiera della recinzione si commuove e va verso il randagio con la ciotola del suo cane per dargli da mangiare.

Il fratello maggiore che ha assistito alla scena da una finestra di casa non ha resistito dal riprendere la scena.

Il video è stato condiviso su twitter e ha raccolto quasi un milione di visualizzazioni, decine di migliaia di interazioni e di commenti.
Molti utenti hanno scritto dei messaggi nei quali hanno espresso la loro commozione, sottolineando che si tratta di una bellissima testimonianza di empatia e quanto sia importante insegnare ai bambini l’affetto e il rispetto per gli animali.

Alcune recenti ricerche hanno invece avanzato l’ipotesi che l’empatia, ovvero la facoltà cognitiva che predispone all’amorevolezza e alla compassione nei riguardi degli altri, sarebbe in realtà “scritta” nel Dna delle persone. Alla luce di questa tesi, potremmo dunque sostenere che questo bambino ha nel Dna impresso l’amore per gli animali.

Non a caso, gli esperti ricordano come i bambini violenti con gli animali siano in realtà da monitorare in quanto se la violenza persiste dopo i 12 anni, vi è il rischio che diventino adulti pericolosi per la stessa società.

Leggi anche–> Empatia quel sottile legame che ci lega agli animali impresso nel Dna

Ecco il video:

Su hermano mayor lo grabó mientras compartía el alimento de su perro con otro perro de la calle 🥰🥰🥰pic.twitter.com/UIHlBQzj1L
— ᒍᑌᗩᑎ (@juanbrunetto) 30 dicembre 2018

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI