Home News Barbagianni usati per intrattenere i turisti a Venezia: scatta la denuncia

Barbagianni usati per intrattenere i turisti a Venezia: scatta la denuncia

A Venezia due barbagianni sono stati usati per intrattenere i turisti, 20 euro per tenerli in mano: è scattata la denuncia.

Barbagianni turisti venezia
Barbagianni usati a Venezia (Facebook – Luca Zaia)

Venezia in questi giorni è stata protagonista di un atto crudele nei confronti degli animali. Due barbagianni sono stati usati per intrattenere i turisti e ricavarci del denaro. Ad intervenire per salvare i due animali selvatici è stato il personale veterinario dell’Ulss 3 Serenissima e per le persone coinvolte è scattata la denuncia per maltrattamento.

Barbagianni a Venezia: usati per intrattenere i turisti per soldi, è denuncia

venezia maltrattamento barbagianni
Barbagianni (Facebook – Luca Zaia)

Per 20 euro, i due ragazzi, facevano posare i barbagianni con i turisti tra le calle di Venezia. Tuttavia questi animali sono solitamente notturni quindi esporli a tutte quelle ore di sole, con questo caldo, hanno seriamente rischiato un colpo di calore. Inoltre sono uccelli solitari e odiano il caldo. Quindi queste persone hanno sottoposto i barbagianni ad uno stress fuori dalla loro norma, circondati dalla folla, dal caldo estivo e sotto il sole.

Ti potrebbe interessare anche >>> Cane pitbull incontra per la prima volta dei gattini: reazione shock – VIDEO

Ad intervenire in soccorso dei due barbagianni è stato il primario a capo del servizio veterinario dell’Ulss 3 Serenissima, Carmine Guadagno. Il personale ha infatti raggiunto i due animali in pericolo di vita a piazzale Roma dove sono stati presi immediatamente in custodia. I barbagianni sono stati ricoverati e gli hanno fornito le cure necessarie. Appena ripresi, il giorno dopo sono stati trasportai presso il centro di recupero per animali selvatici di Modena dove gli aspetta la riabilitazione. “Per tenerli svegli il più a lungo possibile e aumentare i guadagni giornalieri, i due ragazzi idratavano i barbagianni attraverso siringhe d’acqua introdotte nel becco, perché i due esemplari non riuscivano più a bere in autonomia – ha raccontato il veterinario in carica -, soprattutto durante il giorno, quando dovrebbero invece riposare“.

Ti potrebbe interessare anche >>> Precipita per 60 metri e resta immobilizzato: il suo cane dà l’allarme

I due barbagianni hanno anche riportato delle lesioni da sfregamento alla coda a causa del piccolo trasportino. Il trasportino usato, infatti, era quello per gatti, del tutto inadatto per il trasporto di barbagianni dove risulta difficile aggrappassi con gli artigli. I due giovani ragazzi, una coppia di stranieri, sono stati poi denunciati per maltrattamento di animali dai carabinieri Cites.