Home News Bimba perde il suo cane e scrive questa meravigliosa lettera!

Bimba perde il suo cane e scrive questa meravigliosa lettera!

CONDIVIDI

L’amore, si sa, non si può spiegare, il sentimento profondo che sboccia da dentro il nostro cuore non ha una spiegazione logica. Quello dei bambini, poi, è ancora più puro e veritiero, come dimostra la lettera che questa bimba ha scritto a Dio, nel momento in cui il suo amico a 4 zampe e venuto a mancare.

A raccontarci questa commovente storia è la mamma di questa bimba.

“Abbey aveva 14 anni ed il mese scorso e morta a causa di una malattia. Meredith piangeva molto e mi diceva quanto le mancasse il suo cane. Così mi chiese se potevamo scrivere una lettera a Dio per chiedergli se Abbey fosse arrivata in paradiso, e se potevamo chiedere a Dio di prendersi cura di lei, io le risposi di si.”

Meredith mi detto quindi queste parole “Caro Dio, puoi per favore prenderti cura del mio cane? E’ morto ieri ed è in paradiso li con te. Mi manca molto. Sono felice che tu mi abbia permesso di averla come cane, anche se si è ammalata. Spero che tu giocherai con lei. Le piace nuotare e giocare con la palla. Ti mando una sua foto così, quando la vedrai, saprai che lei è il mio cane. Mi manca veramente tanto. Con amore, Meredith.

Mettemmo molti francobolli sulla busta, perche Meredith diceva che per arrivare fino al paradiso ce ne volevano tanti. E destinammo la busta a Dio/Paradiso. Dopo qualche giorno mi chiese se Dio avesse ricevuto la sua lettera, ed io le risposi di si. Dopo qualche giorno ricevemmo per posta un pacchetto incartato con scritto sopra “Per Meredith”. Aprimmo il pacco ed al suo interno trovammo un libro intitolato “Quando un cane muore” con all’interno la foto di Abbey e Meredith che lei aveva messo nella sua lettera. Insieme ad essa una lettera che recitava così “Cara Meredith, Abbey è arrivata sana e salva in paradiso. Avere la sua foto è stato di grande aiuto e l’ho riconosciuta subito. Abbey non è più malata. Il suo spirito e qui con me proprio come è nel tuo cuore. Ad Abbey è piaciuto essere il tuo cane. Poichè non abbiamo bisogno dei nostri corpi in paradiso, non ho tasche dove poter mettere la tua foto, quindi te la rimando insieme a questo libro per te, per tenerla ed avere qualcosa che ti ricordi Abbey. Grazie per la bella lettera e grazie a tua mamma che ti ha aiutato a scriverla ed a inviarmela. Che mamma meravigliosa hai. L’ho scelta proprio per te. Ti mando ogni giorno le mie benedizioni e ti amo moltissimo. A proposito, e facile trovarmi, io sono ovunque ci sia amore. Con amore, Dio.”