Home News Il cagnolino Rafa, affetto da sordità congenita, comunica con la lingua dei...

Il cagnolino Rafa, affetto da sordità congenita, comunica con la lingua dei segni (VIDEO)

La storia del cagnolino Rafa e della sua grande intelligenza: affetto da sordità congenita, ha imparato a comunicare con la lingua dei segni.

cane Rafa lingua segni
Il cagnolino Rafa (Screenshot foto Facebook – Jo Le Page)

Una storia condivisa sui social avente per protagonista il cucciolo Rafa offre un’ulteriore testimonianza dell’elasticità del cervello degli animali domestici, nel caso particolare dei cani. Dopo anni di studi sulle differenze tra l’encefalo umano e quello degli altri mammiferi, si può ora affermare che la maggior parte dei mammiferi che vivono sulla Terra presenta un’organizzazione cerebrale simile. Infatti, a parte il maggior sviluppo del lobo frontale dell’encefalo umano e il maggior numero di circonvoluzioni nervose, le differenze anatomiche che si possono riscontrare superficialmente quando si va a confrontare il cervello di due o più specie appartenente alla classe dei mammiferi sono davvero poche. Una dimostrazione di quanto appena detto viene proprio dallo studio del comportamento del cagnolino Rafa, affetto da sordità congenita.

L’intelligenza del cagnolino Rafa: esegue i comandi comunicando con la lingua dei segni

cane Rafa sordità congenita
Il cagnolino Rafa esegue i comandi (Screenshot video Facebook – Jo Le Page)

🐾💖 SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 🐶🐱

Rafa è un esemplare appartenente alla razza Pero de Agua Español (cane d’acqua spagnolo), razza canina che ha forti legami genetici con altre razze acquatiche come il cane d’acqua portoghese, il barboncino, il Barbet francese e l’Irish Water Spaniel. Il cucciolo, che adesso ha sette mesi, nelle sue prima settimane di vita non sembrava interagire ad alcun richiamo, soprattutto quando era voltato di spalle. La sua famiglia non sapeva infatti che il cagnolino era non udente; quando i suoi umani se ne sono resi conto, non hanno rinunciato alla possibilità dei comunicare con lui e hanno deciso di imparare un sistema di comunicazione alternativo: la lingua dei segni.

Ti potrebbe interessare anche >>> Le sorprendenti abilità matematiche del cane Luna (VIDEO)

Rafa si è mostrato sin da subito un cagnolino estremamente intelligente: ha imparato in pochissimo tempo i segni utilizzati nella comunicazione non verbale per esprimere concetti e consuetudini come “seduto”, “mangia”, “vieni” o “resta”, tramite gesti manuali associati anche alle vecchie metodologie legate al rinforzo positivo. Il cucciolo ha appreso anche il gesto associato al suo nome e ai membri della sua famiglia. Tutti i suoi progressi sono stati ripresi in diversi filmati che sono stati pubblicati ogni settimana dai suoi umani su Facebook. Come si legge in un post allegato a uno di questi filmati, la padrona di Rafa scrive che i video sono pensati come incoraggiamento e ispirazione per tutti coloro che hanno un animale con bisogni speciali: «Voglio che questo sia un post incoraggiante e ispiratore per tutti. Se mai doveste avere un cane con bisogni speciali, il suo fantastico cervello gli permetterà di affrontare qualsiasi sfida nella vita. Non rinunciare a lui. Il nostro cucciolo Rafa è completamente sordo. Nelle prime dieci settimane in cui lo abbiamo avuto ha imparato nove segni del linguaggio dei segni. Ha un buon naso e ha svolto brillantemente il lavoro dei profumi. Il suo prossimo corso sarà l’addestramento come cane terapeutico. Unitevi a noi nel congratularvi con lui per aver completato il suo corso di formazione di otto settimane (il Kennel club good citizen dog scheme) e il suo corso di lavoro per il profumo. Siamo così orgogliosi di lui».

Ti potrebbe interessare anche >>> Resta cieco per un’emorragia cerebrale: ciò che fa il suo cane è incredibile – VIDEO

Come mostrano i video, Rafa, come tutti i mammiferi, ha un cervello estremamente sviluppato. Sfruttando gli altri sensi e le proprietà insite dei centri nervosi, Rafa ha imparato una diversa forma di linguaggio, che nel suo caso tra l’altro non gli appartiene per “natura”. I linguaggi che Rafa ha dovuto imparare infatti non sono quelli legati alla espressività dei volti o all’odore associato a una certa persona, ma si tratta di una forma di linguaggio complesso, inventato da una specie come l’essere umano con capacità espressive molto differenti da quelle dei cani, che sfrutta principalmente il movimento degli occhi ma soprattutto delle dita e della mani. Questo adorabile cucciolo ha dimostrato ancora una volta che il cervello degli esseri viventi è un meccanismo complesso e meraviglioso. Auguriamo quindi a Rafa che la sua intelligenza gli permetta di imparare tutto ciò di cui avrà bisogno per vivere tranquillo e felice. (di Elisabetta Guglielmi)