Home News Una nuova vita per Spritz, il cagnolino investito e abbandonato

Una nuova vita per Spritz, il cagnolino investito e abbandonato

Un gesto d’amore da parte di due poliziotte nei confronti di un cagnolino investito e abbandonato: la storia di Spritz.

Spritz cagnolino salvato adottato
Il cagnolino Spritz dopo il salvataggio (Screenshot foto Facebook – Questura di Vibo Valentia)

Pochi giorni fa Vibo Valentia, capoluogo dell’omonima provincia in Calabria, è stata teatro di una storia dal finale lieto. A testimoniarlo una foto condivisa su Facebook sulla pagina della @Questura di Vibo Valentia. Lo scatto ritrae un cagnolino dal manto nero con musetto e zampe marroncini coccolato da due poliziotte davanti alla volante di servizio. I dolci occhi del cucciolo sono ancora velati però da una tristezza da poco provata, dovuta al suo difficile passato. Non si conosce in che modo il cagnolino sia giunto nel luogo in cui è stato poi trovato; molto probabilmente però il piccolo deve essere stato abbandonato. Vagando solo senza meta, il cagnolino è rimasto vittima di un incidente stradale.

La felicità del cagnolino Spritz dopo la tristezza per essere stato abbandonato

cagnolino Spritz poliziotte salvato
Il cagnolino Spritz insieme alle poliziotte che lo hanno aiutato (Screenshot foto Facebook – Questura di Vibo Valentia)

Proprio sul ciglio della strada, lo sventurato cagnolino è stato trovato ferito dalle due poliziotte (ritratte nella foto) della squadra volante della questura di Vibo Valentia. Le due donne, Marilù e Roberta, hanno subito accompagnato il malcapitato dal veterinario più vicino. Qui il cucciolo, dopo essere stato visitato e medicato, si è ripreso in breve tempo. I dolci occhi del cagnolino, ribattezzato Spritz, hanno però profondamente toccato il cuore delle due poliziotte.

Ti potrebbe interessare anche >>> Cagnolino passeggia solo su una strada extraurbana: salvato dalla polizia

Le donne hanno deciso di adottare il cagnolino, un gesto di affetto e amore che ha fatto impazzire i social. Numerosissime sono state le frasi di elogio dirette alle due agenti, lodate per la loro nobile decisione in una terra dove sono purtroppo diffusissimi i fenomeni di randagismo e dove l’azione di associazioni e volontari non sempre è sufficiente. La storia di Spritz pone l’accento su un’iniziativa molto importante che coinvolge Nicotera, Vibo Valentia, Catanzaro, Soverato e Parghelia: il progetto dall’evocativo titolo Per restare sempre insieme.

Ti potrebbe interessare anche >>> Lucky: la storia del salvataggio di un cane caduto dalla metropolitana

L’iniziativa, targata Lav, si inserisce nel progetto delle Giornate di micro-chippatura gratuita organizzate in Calabria. Iniziate sabato, proseguiranno a Soverato martedì 8 novembre in Piazza Maria Ausiliatrice (dalle 10 alle 16), a Catanzaro mercoledì 9 novembre al parco della Biodiversità di Catanzaro (ingresso principale Via Vinicio Cortese 1 dalle 10 alle 14). In tal modo si offrirà ai padroni la possibilità di dotare gratuitamente i loro amici a quattro zampe del microchip in modo che non si ripetano episodi come quello di Spritz. (Elisabetta Guglielmi)