Home News Camionista salva il cane con il muso legato che si trascinava sulla...

Camionista salva il cane con il muso legato che si trascinava sulla strada

Trovata cagnolina sul ciglio della strada con il muso legato, camionista accosta e cerca di salvarle la vita 

Camionista salva il cane con il muso legato che si trascinava sulla strada (foto Twitter)

L’ Animal control di Boston sta indagando in merito al ritrovamento di un cane, rinvenuto nei pressi di una strada vicina al Boston Parks and Recreation Department, il cane infatti era stato ritrovato un un laccio intorno al muso.

Il povero cane rinvenuto all’interno del parco era stato visto camminare sporco visibilmente denutrito e disidratato lungo il Townsend Street.

Il cane con il muso legato portato in salvo dal camionista

Camionista salva il cane con il muso legato che si trascinava sulla strada (foto Facebook)
Camionista salva il cane con il muso legato che si trascinava sulla strada (foto Facebook)

Il cagnolino una femmina incrociata con un barboncino è stata rinvenuta lungo la strada, dove un camionista vedendola ha accostato ed è riuscita a farla salire sul suo camion chiamando i servizi d’emergenza e portandola immediatamente presso un centro medico veterinario.

La cagnolina di circa 5 anni aveva infatti una ferita profonda al muso che era stato legato con una corda, era disidratata e molto denutrita. Arrivato dal veterinario i medici hanno costatato che le ferite avevano bisogno di essere pulite e disinfettate.

I medici hanno optato per rimuovere la sorta di fascetta che legava il muso tramite un’operazione chirurgica, la veterinaria di Parks and Recreation Emily Walzil avrebbe infatti asserito : “il muso era grossolanamente gonfio e aveva un cattivo odore” “L’oggetto la rendeva incapace di mangiare, motivo per cui è diventata così magra” “Ma da quando è qui, è una bambina meravigliosa. È ancora molto felice”.

La veterinaria ha infatti affermato che la cagnolina si sta pian piano riprendendo e starebbe anche riacquistando la capacità di mangiare autonomamente grazie anche all’aiuto degli antibiotici tanto da aver già ripreso qualche chilo.

Dopo un accurato controllo della povera cagnolina ridotta pelle e ossa è stato costatato che il cane di 5 anni incrociato con un barboncino era provvisto di microchip.

Immediatamente è stato identificato e contattato il proprietario che ha affermato di aver dato via il cane molto tempo prima, riferendo alle autorità l’identità dell’ultimo proprietario conosciuto.

Le autorità stanno svolgendo l’indagine, e Animal Control ha chiesto al dipartimento di polizia di Boston di sporgere denuncia per crudeltà sugli animali.