Home News Abbandonato in canile anziano e malato, rischiava l’abbattimento

Abbandonato in canile anziano e malato, rischiava l’abbattimento

CONDIVIDI

La vita di Jaripo stava per finire nel peggiore dei modi: abbandonato in canile dai suoi vecchi padroni, questo tenero cucciolone in età avanzata era sul punto di essere soppresso. Troppi i suoi 18 anni di età, nessuno più lo voleva, come spesso accade nei casi in cui i cani raggiungano gli anta. Ma per fortuna il destino ha finito col sorridergli facendogli incontrare Cristina.

La vicenda è avvenuta negli Stati Uniti ed è diventata virale sul web, commuovendo migliaia di internauti. Jaripo era purtroppo affetto da una brutta malattia e si trovava in stato terminale, a detta dei vecchi proprietari, i quali avevano anche consigliato allo staff del ‘Lancaster County Animal Shelter’ di Los Angeles di sopprimerlo per evitargli ulteriori sofferenze. La loro scelta di lasciarlo al proprio destino era motivata dal fatto che queste persone non potevano più prendersi cura di lui e che le cure di Jaripo costavano troppo.

Per fortuna però gli operatori del centro hanno agito in maniera diversa, promuovendo una campagna di adozione capillare sul web e pubblicando annunci su annunci per sensibilizzare la gente, raccontando la triste storia di questo povero cane. In uno di questi annunci si è imbattuta Cristina Morgan, fondatrice di ‘Paw Works’, una associazione con base sempre in California, a Ventura, che si occupa proprio dell’adozione di animali. Presto la donna è diventata la sua nuova amica con la quale vivere sotto ad un tetto.

Ma sulle prime non è stato facile: al ‘Lancaster County Animal Shelter’ avevano detto a Cristina che non c’era la certezza di ritrovare Jaripo ancora vivo, proprio perché era trascorso diverso tempo dal suo abbandono e purtroppo è consuetudine diffusa eutanizzare i cani che non trovano padroni, specie quelli anziani. Cosa che non è capitata stavolta: la benefattrice ha raggiunto il centro, trovando Jaripo vivo e vegeto e portandolo subito con se. Nonostante qualche acciacco la sua vita adesso è ricominciata. Ma ragazzi, le storie commoventi tra cani e persone non finiscono qui.