Cane in aereo senza museruola: scoppia la rivolta tra i passeggeri a bordo

Foto dell'autore

By Elisabetta Guglielmi

News

Ragazza sale in aereo con il cane da assistenza senza avergli messo la museruola: il personale vuole farli scendere entrambi ma i passeggeri si oppongono.

cane aereo terapia donna
La ragazza piange perché vogliono farla scendere dall’aereo (Screenshot video La Stampa La Zampa – amoreaquattrozampe.it)

Polemiche tra i passeggeri e ritardi su un volo di linea della compagnia Viva Aerobus in partenza dal Messico. La ragione delle proteste che pochi giorni fa hanno fatto ritardare un aereo è stata l’espulsione di una ragazza con difficoltà e del suo cane da terapia. Secondo le regole aeroportuali messicane, gli animali da supporto emotivo e fisico possono viaggiare con i loro proprietari a bordo dei velivoli solo se provvisti di museruola, condizione quest’ultima non rispettata dalla giovane donna che il personale di bordo ha cercato di far scendere dall’aereo.

Il personale dell’aereo vuole far scendere la ragazza e il cane da assistenza: i passeggeri si oppongono

L’episodio è testimoniato in un video realizzato da uno dei passeggeri che si è trovato ad assistere alla scena. Il filmato, subito condiviso sul web, è stato in seguito rimosso dopo aver suscitato aspre polemiche anche nel mondo dei social.

cagnolino aereo passeggeri protestano
Passeggeri accarezzano il cane da assistenza per non farlo scendere dall’aereo (Screenshot video La Stampa La Zampa – amoreaquattrozampe.it)

Così racconta nel video l’uomo che ha filmato la scena: «Stanno facendo scendere questa ragazza dall’aereo ma tutti a bordo si stanno opponendo. Non vogliamo che lei e il suo cane vengano mandati via». Le immagini mostrano il personale di bordo intento a far scendere una ragazza insieme al suo cagnolino da supporto emotivo. La donna, spaesata e confusa, piange mentre cammina lungo il corridoio dell’aereo guidata dal suo cagnolino dal manto nero.

cagnolino assistenza ragazza aereo
Passeggeri aiutano la ragazza a mettere la museruola al cane da assistenza (Screenshot video La Stampa La Zampa – amoreaquattrozampe.it)

I passeggeri cercano di calmare la ragazza visibilmente agitata, accarezzando il cane da assistenza che invece continua ad essere calmo e tranquillo senza lasciarsi turbare dalle numerose persone che gli stanno intorno. Mentre le hostess si avvicinano alla ragazza per invitarla a scendere, la protesta si accende tra i viaggiatori che cercano di difendere la donna. Rendendosi conto che la volontà generale è quella di tenere a bordo il cagnolino da assistenza e la sua umana, il personale di bordo prova a parlare a lungo con la giovane.

I cani da supporto emotivo infatti hanno il diritto di viaggiare in aereo insieme ai loro proprietari solo se vengono rispettate determinate regole. Nella scena finale del video è possibile vedere due viaggiatrici mentre cercano di aiutare la ragazza a mettere la museruola al cane. La conclusione improvvisa del filmato non permette di comprendere se la ragazza abbia alla fine avuto o meno il permesso di restare a bordo insieme al suo quattro zampe. Il video di denuncia, intanto, è diventato in poche ore virale sui social network. Moltissimi sono stati gli utenti che sono intervenuti per commentare l’episodio, difendendo la giovane e sostenendo che «Mostrando il documento che il suo cane lavora per lei ed è di supporto emotivo nessuno deve chiederle di farle indossare la museruola a bordo». L’influencer Tammy Parra ha commentato su TikTok: «Io viaggio sempre con il mio cagnolino di supporto emotivo e non ha mai avuto bisogno della museruola». Centinaia gli utenti social che hanno difeso e sostenuto la ragazza, come un utente di TikTok che ha scritto che anche a lui lo scorso maggio è accaduta la stessa cosa su un volo da Cancun a Città del Messico; in tale occasione, l’uomo avrebbe perso l’aereo perché i dipendenti della stessa compagnia aerea della giovane protagonista del video, la Viva Aerobus, non gli avevano permesso di salire a bordo con il suo cane di supporto dal momento che era sprovvisto di museruola. (di Elisabetta Guglielmi)

Impostazioni privacy