Home News Il cane Rex, amato da tutta Lampedusa: ora è finito in canile

Il cane Rex, amato da tutta Lampedusa: ora è finito in canile

Brutto esito per la storia del cane Rex, amato da tutta l’isola di Lampedusa: gli abitanti erano innamorati di lui, ma ora finisce in canile. Inutile le voci di tante persone che hanno ribadito il suo essere buono e amante dell’intera popolazione e dei migranti del posto.

Cane Rex Lampedusa
Il cane Rex portato via da Lampedusa (Facebook)

Quando ci si affeziona, poi, dirsi addio è davvero dura. Soprattutto se è un addio forza e poco voluto, o se condizionato da situazioni esterne che mai avremmo voluto vivere. Discorso applicabile anche al mondo dei nostri amici a quattro zampe, che molto spesso non vengono capiti o trattati in un modo davvero crudo tanto da far perdere le speranze. Così è successo al cane Rex, amato da tutti gli abitanti dell’isola di Lampedusa. Sbarcato assieme ai migranti tre anni fa, era diventato una vera e proprio mascotte che girava indisturbato per le vie del centro e nell’hotspot dei migranti. Ora, però, finisce in canile per un fatto poco chiaro. Le voci che si sono alzate, a suo favore, vogliono far sì che lui trovi presto una sistemazione più adeguata.

Il cane Rex non girerà più per le vie dell’isola: qualcuno non ha gradito un suo gesto (poco chiaro)

Cane Rex Lampedusa
Il cane Rex in primo piano (Facebook)

Quando non si è più graditi si dovrebbe quantomeno spiegare il motivo, forte e chiaro, per sapere a cosa si va incontro nel futuro. Meglio ancora se si tratta dei nostri amici a quattro zampe che spesso, in mancanza di parole, non sanno difendersi così bene come vorrebbero.

LEGGI ANCHE >>> L’incredibile storia di Pupi: il gatto sbarcato a Lampedusa

Anche Rex voleva difendersi. Nel senso che avrebbe voluto rimanere al centro dell’isola di Lampedusa, a prendere da mangiare e bere dalla gente del posto. Lui era amato, perché buono e docile. Un cane che vegliava anche sull’hotspot dei migranti da sempre parte integrante dell’isola stessa.

Pochi giorni fa, un operaio che stava ristrutturando l’hotspot ha dichiarato di essere stato morso da Rex. Ma la dinamica non è stata chiarita. Ora, però, il cane è stato portato nel canile di Agrigento, perché Lampedusa non ha uno. Dovrà rimanere lì dentro perché etichettato come “cane morsicatore”, anche se per tre anni di fila, da quando è sbarcato anche lui, non ha mai fatto male a nessuno.

LEGGI ANCHE >>> Tartaruga caretta caretta liberata dal centro di recupero a Lampedusa

Gli animalisti hanno alzato la voce, soprattutto la Onlus calabrese Un atto d’amore, con la volontaria Ilenia Rimi che ha messo a disposizione un numero di telefono, 333.5903757, per chiunque volesse prendersi cura di lui e tirarlo fuori al più presto dal canile. Rex è un cane abituato a vivere in libertà, in pace con il mondo e con se stesso. Deve tornare libero al più presto!

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.