Home News Il cane Sindaco di Castellammare, dopo il tumore torna libero (FOTO)

Il cane Sindaco di Castellammare, dopo il tumore torna libero (FOTO)

Nerone, soprannominato “Sindaco di Castellammare”, è tornato in libertà dopo che nel 2020 gli era stato diagnosticato un tumore

Nerone (Screen Facebook)
Nerone (Screen Facebook)

Ci sono animali che entrano nei nostri cuori, prendendo un posto speciale. La meraviglia è quando questa sensazione accomuna un’intera cittadina. Questi animali diventano simboli, sono amati e coccolati da tutti, ma soprattutto, quando non ci sono la loro assenza si fa sentire.

E’ un enorme vuoto, e tutti non vedono l’ora che torni la normalità. Poi se l’allontanamento è dovuto ad una malattia, c’è anche la preoccupazione che accompagna i giorni fino al lieto evento: la notizia della guarigione.

Ed è proprio così che i cittadini di Castellammare di Stabia, Napoli, si saranno sentiti aspettando trepidanti il ritorno del simbolo della loro città: Nerone. Soprannominato il “Sindaco di Castellammare”, il suo ritorno a casa ha reso tutti più che felici. Quest è quello che è accaduto.

Potrebbe interessarti anche: Cane protegge i bambini del paese dai pericoli della strada

Nerone, il “Sindaco di Castellammare” di Stabia torna a casa

Nerone soprannominato Sindaco di Castellammare (Screen Facebook)
Nerone soprannominato Sindaco di Castellammare (Screen Facebook)

Nerone è un cucciolone dal folto pelo scuro, che a soli 6 mesi di vita è stato abbandonato a Castellammare di Stabia. Da circa 20 anni, vive per le vie, partecipa alle feste e alle attività del posto, scodinzola per le piazze, ed è affettuoso con tutti i residenti. La sua dolcezza e bontà, lo hanno fatto entrare nel cuore di tutti, guadagnandosi il soprannome di “Sindaco di Castellammare”.

Purtroppo nel 2020 al quattro zampe è stato diagnosticato un tumore alle gengive. Così, dopo alcune segnalazioni, l’ASL di Torre del Greco è intervenuta per portarlo via.
Appena la notizia è giunta alla presidentessa dell’Associazione per la Difesa dei Diritti degli Animali, ADDA, immediatamente è andata a riprendere il cucciolo simbolo di Castellammare.

La donna ha provato a spiegare che il cucciolone sarebbe stato tenuto sotto controllo dalla sua associazione che si occupa di tutelare e salvaguardare i cani e gatti randagi sul territorio. Vane le sue parole. La risposta è stato un duro no da accettare. Troppo affezionata a Nerone e ciò che lui significa per i suoi concittadini, ha così deciso di prenderlo con se, anche per evitargli il canile.

Il quattro zampe però abituato alla libertà e alla frenesia di un intero paese, era sofferente chiuso nelle quattro pareti di una casa. Inquieto e sempre nervoso, sembrava che le buone notizie tardassero ad arrivare.

Poi, finalmente, nel febbraio 2021, dopo le dovute visite, è stato accertato che la massa tumorale sembrerebbe fosse rientrata e che Nerone era pronto per tornare a casa. Era pronto per tornare dai suoi tanti amici.

Così poco alla volta e sempre controllato, il suo reinserimento sul territorio è stato un successo, ed ora il “Sindaco di Castellammare” è tornato alla sua normalità che tanto gli era mancata, e all’amata libertà che tanto aveva sicuramente sognato.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

F.D.M