Home News Il suo cane sta male, il padrone cerca cure sul web invece...

Il suo cane sta male, il padrone cerca cure sul web invece di farlo visitare. E l’animale muore

CONDIVIDI

 

@Facebook

Un povero cane ha pagato a carissimo prezzo l’irresponsabilità del proprio padrone. Quest’ultimo voleva risparmiare denaro, e per questo motivo aveva scelto di non portarlo dal veterinario, convinto che trovare delle cure fai da te sul web sarebbe stato un rimedio altrettanto efficace e soprattutto molto economico per curare l’animale. Lo sfortunato quattrozampe aveva contratto una brutta infezione, che avrebbe necessitato delle cure di un esperto. Il padrone però si è rifiutato, mettendosi al pc alla ricerca di una soluzione. Ma purtroppo con il passare del tempo le condizioni di salute del quattrozampe sono peggiorate sempre di più, portandolo alla morte. Il decesso è avvenuto in casa dell’uomo a Liverpool, in Inghilterra. Era di razza German Shepard.

E sembra anche che, prima di morire, il cane avesse attraversato giorni e giorni di dolore intenso, restando in agonia per tutto questo tempo. Durante il quale non aveva ricevuto le necessarie ed urgenti cure antibiotiche. Il cane è stato ritrovato con una profonda ferita al muso, dalla quale l’infezione ha preso piede. Da lì è sorta una setticemia risultata poi fatale. Inoltre sono stati individuati vermi e batteri fecali all’interno della ferita, trascurata per settimane e settimane. La difesa dell’improvvida persona che ha consentito che tutto ciò accadesse sfiora il ridicolo.

Cane lasciato a morire dal padrone, era convinto di poterlo curare da solo

Questi ha affermato a sua discolpa che la cosa sarebbe già avvenuta altre volte in passato. Il cane infatti pare soffrisse di problemi ai denti, che lo portavano a grattarsi spesso sul muso e a graffiarsi. Ma qualsiasi spiegazione non gli è servita ad evitare le manette. L’uomo è stato infatti arrestato con l’accusa di maltrattamento di animale con l’aggravante della morte. Nelle prossime settimane verrà sottoposto ad un regolare processo.

Questo episodio è solo l’ultimo di una serie di assurdi avvenimenti ai danni di cani. Alcuni allevatori infatti, e qui siamo in un contesto del tutto diverso, starebbero modificando geneticamente la crescita di cagnolini appartenenti a razze di piccola taglia. E tutto questo per favorire l’incredibile quanto deprecabile moda di poter favorire il loro trasporto all’interno delle borsette. Ma tutto ciò comporta seri rischi per la salute di questi animali.

A.P.