Home News Chapa: il cane randagio che avverte le persone prima delle sirene –...

Chapa: il cane randagio che avverte le persone prima delle sirene – VIDEO

Il cane randagio di nome Chapa, in Ucraina, avverte le bombe prima che le sirene diano l’allarme e guida le persone al rifugio – VIDEO

chopa cane video
Chopa con rifugiato (Facebook – Поліція Полтавської області)

Durante questo periodo di guerra ognuno aiuta come può e altrettanto fanno gli animali. Nell’Ucraina centrale, nella regione di Poltava il dramma della guerra è più vivo che mai. Per fortuna in quell’area c’è Chapa, una cagnolina randagia di 5 anni, che riesce ad avvertire le bombe ancor prima che venga lanciato l’allarme. Oltre a questo, è in grado di guidare le persone presso il rifugio più vicino. Prima che scoppiasse il conflitto viveva in uno dei cortili ed era molto amata dalla comunità, sia dai bambini che dagli adulti. Ora come le persone si sono prese cura di lei, questa cagnolina sta ricambiando il favore.

Avverte il pericolo bomba prima dell’allarme, questo cane randagio è prezioso – VIDEO

cane guida al rifugio video
Chopa che guida al rifugio (Facebook – Поліція Полтавської області)

Natalya Nechepurenko è una delle persone fortunate che hanno a che fare con questa cagnolina randagia ed è infatti lei che ha raccontato la sua storia. La donna è una delle persone che vengono guidate da Chopa e afferma che “Chapa per noi è speciale, è la preferita di tutti e non ci risparmiamo nelle coccole perché lei ci regala sempre tanta gentilezza. E ora, in queste condizioni di guerra, con il suo esempio motiva i residenti locali ad assumere un atteggiamento responsabile per la sicurezza di tutti

Ti potrebbe interessare anche >>> Ucraina: militari trovano cane randagio e il loro gesto diventa virale – VIDEO

La peculiarità di questa cagnolina è che spesso sa dell’arrivo di una bomba ancor prima che che le sirene suonino per dare l’allarme, e la donna racconta che fino adesso non ha mai sbagliato. Quando lei inizia a correre, tutti sanno che bisogna seguirla, quando invece si decide ad uscire dal rifugio, significa che il pericolo è passato. “La cagnolina non può essere consapevole di cosa sta succedendo intorno e cosa significano i suoni forti – continua Natalya – ma capisce che è una situazione di pericolo e che è importante per le persone che si prendono cura di lei. Accompagnandoci in un luogo sicuro, dimostra la sua devozione alla gente».

Ti potrebbe interessare anche >>> Svizzera: abolita la quarantena per animali che arrivano con i rifugiati ucraini

All’inizio non era così. Chopa era solita accompagnare le persone all’entrata del rifugio ma poi restava di guardia accanto alla porta. Solo più avanti, quando i rifugiati l’hanno intimata di entrare con loro, si è decisa e ora è più amata che mai.