Home News Ucciso barbaramente nel recinto: una bimba piange il suo pony

Ucciso barbaramente nel recinto: una bimba piange il suo pony

CONDIVIDI
Chicken Nugget e la piccola Rylee (Facebook)

Chicken Nugget, un adorabile pony, è stato ucciso nel suo recinto a Hull, in Texas, circa tre settimane fa. Sconvolta la piccola padroncina, Rylee Brett, che ha solo cinque anni. A distanza di molti giorni, i genitori della piccola, Kylee e Kade, stanno ancora cercando di capire cosa sia accaduto. Anche per tale ragione, sono alla ricerca del responsabile di quell’orrendo crimine. Kylee su Facebook ha intanto ricordato il piccolo pony: “Riposa in pace. Ora, hai un paio di ali per volare alto nel cielo. Non ti dimenticheremo mai, ci mancherai tanto. Il mio cuore è infranto, trovare delle parole è difficile. Il modo in cui sei sparito, è il risultato del gesto di una persona spregevole”.

Rylee aveva solo sei mesi quando Chicken Nugget è entrato in casa loro: da quel momento in poi, sono diventati inseparabili. Anche per questo Kylee ora vuole giustizia: “La persona che è entrata nella nostra proprietà sparando a bruciapelo alla testa del pony, la pagherà cara. Lo troveremo, chiunque sia. Gli daremo del filo da torcere”. Considerato in principio un cavallo da terapia, Chicken Nugget era affetto da nanismo. Non per questo ha mai fatto mancare l’affetto ai genitori e alla piccola Rylee.

In tanti si sono dimostrati davvero vicini alla bambina. L’associazione Spirit Horse Liberty ha proposto di regalargli la sorella di Chicken Nugget. Forse servirà per alleviare il dolore, ma quello che oggi vogliono i genitori della bimba è altro. “L’unica cosa che chiediamo, è che venga fatta giustizia”, chiosano.

Pony vittime di violenze insensate

I pony, peraltro, sono animali spesso vittime di violenza sessuake. Travis M. Wagner, che ha 22 anni, è statunitense e vive ad Ephrata, nella contea di Lancaster, in Pennysilvania, aveva un sogno erotico davvero sconcertante, quello di avere rapporti sessuali con un pony e per soddisfare la propria perversione è riuscito a intrufolarsi per ben tre volte nel fienile in cui si trovava l’equino, sodomizzandolo.

Nelle precedenti settimane era iniziato il processo nei confronti di Ryan McDonald, un giovane uomo di 38 anni, il quale aveva violato una proprietà privata dove è stato scoperto in una stalla nell’Arkansas, mentre faceva sesso con un pony. L’episodio più recente arriva però dalla Germania, dove un pony è stato stuprato da un giovane richiedente asilo di origini siriane.

GM